Chiazze di poesia … Il mare


L’onda e il mare, eterno amore.

L'Orto di Rosanna

Mare

Chiazze di poesia … Il mare

Mi hai detto che … il mare … discorre … fluisce … senza sosta …

Perché ama tanto … la sua onda da rincorrerla…

Per … poi riprenderla… dopo averla lasciata libera di spumeggiare….

Allora io … serro il mare … serro quell’onda … tra le gambe …

Affondate nella sabbia … bagnata dal loro eterno umore…

Per trattenere … per essere … parte del loro amore …

Per diventare … quando tu sei …  il mio mare … la tua onda …

View original post

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Possiedo da spendere la sola moneta del mio sono. Ho investito il mio ero e non so se il mio sarò, potrà fruttarmi l'interesse ad essere.
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Chiazze di Poesia, Dedicato, Divulgazione, Emozioni, Reblog, Riflessioni, Ringraziamenti, Rispetto per la vita, Risposte, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Chiazze di poesia … Il mare

  1. Rosanna Marani ha detto:

    Chiazze di poesia Il mare

    Mi piace

  2. “Perché ama tanto … la sua onda da rincorrerla…
    Per … poi riprenderla… dopo averla lasciata libera di spumeggiare….”

    Cara Rosanna,
    Confermo quanto scrissi a suo tempo, in occasione della sua prima pubblicazione: questa poesia – in sé – è un piccolo capolavoro, e il tempo trascorso ne ha definito meglio la grandezza.
    Di certo è un poco “anomala” rispetto al tuo stile più caro, essendo composta da versi lunghi, seppure intervallati da quelle pause di “puntini di sospensione”, che in modo quasi fisico sembrano riprodurre proprio il respiro del mare, con il refluire delle onde.
    È anche raro leggere un tuo componimento così intimamente “descrittivo”, tu che di solito ti affidi a un linguaggio puramente musicale, quasi materico, e oggettivo piuttosto che soggettivo.
    Ma credo che sia proprio in questo la sua “preziosità”.
    Un poco come un dipinto “figurativo” del primo Picasso, dimostri una straordinaria padronanza di mezzi, un virtuosismo anche tecnico che ti consente di saper definire con pochi tratti una situazione, una immagine, una storia. Quel tuo serrare tra le gambe l’onda, come in un sensualissimo abbraccio, emoziona e coinvolge.
    Tu lo sai che io ammiro il tuo stile unico e originale, ma quando te ne esci in queste escursioni “fuorionda” – così vicine alla mia sensibilità – ti adoro.
    “Per diventare … quando tu sei … il mio mare … la tua onda …”
    Certamente rimane una delle tue prove più alte, hai fatto bene a riproporla.
    Un abbraccio
    Marianna

    Liked by 1 persona

  3. Rosanna Marani ha detto:

    Grazie Marianna, l’ho riproposta poiché mi sembrava adatta ad oggi, la giornata in cui si ci dovrebbe ricordare che l’amore è … il nostro mare e noi siamo …la sua onda.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...