Il cerchio di noi


Il cerchio di noi

Il cerchio di noi

Il cerchio di noi

Distillato dal filtro

Di smagliante ombra

Si annoda

Negli anfratti infossati

Dell’animo

Che bisbiglia

Stridii di comunanza

Cieche

Le palpebre della mente

Vedono

I trabalzi del cuore

Mentre

I nostri corpi

Obliqui sfiancati assuefatti

Dimenticano

Il tempo della loro età invecchiata

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Copyright, Divulgazione, Emozioni, Poesia, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il cerchio di noi

  1. Rosanna Marani ha detto:

    Poesia Il cerchio di noi

    Mi piace

  2. Eh sì. Ti aspettavo, Rosanna, sapevo che prima o poi ci avresti (ulteriormente) stupito!
    Non voglio neppure dilungarmi in interpretazioni, i versi “parlano” da soli, con una loro voce chiara, densa e intensissima, segnando nel contempo forse un primo deciso distacco dall’apparente ermetismo “informale” cui ci avevi abituato, e si producono in un gioco di immagini non più oscure, ma chiare, sfavillanti, sebbene venate da una profonda emozione.
    Parli del Tempo, che senti gravare ormai carico di memoria e di consapevolezza sopra di te, dell’esperienza della cecità visionaria dell’occhio e dell’anima, del contatto dei corpi, che non accettano, non comprendono il trascorrere unidirezionale del tempo.
    E concludi – non credo sia un caso vista la sua rarità nella tua scrittura – con un endecasillabo classico, che assieme al vertiginoso bisdrucciolo del verso precedente compongono forse il distico più intimo e in qualche modo dolente ti abbia mai colto a scrivere…

    Ti abbraccio, con sempre rinnovata ammirazione
    Marianna

    Liked by 1 persona

    • Rosanna Marani ha detto:

      Grazie Marianna. Lo scorrere del tempo è come lo scorrere dell’acqua. Trascina via i sedimenti ed i rifiuti per lasciare solo la sua fragile e specchiata purezza. Come l’età che prosciuga il suo spazio per diventare la nicchia della contemplazione del ricordo, che il viaggio dell’esistenza ha voluto portare con sé separandolo dal superfluo dell’eccesso.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...