Sopra la Banca la Politica campa. Sotto la Banca il Cittadino crepa


AFORISMI DI ROSANNA MARANI

Sopra la Banca la Politica campa. Sotto la Banca il Cittadino crepa

16 Mar 2016 · 0 Commenti

 sofferenzebanche

Quattro sono le prime parole da insegnare ai propri figli: per favore, grazie, scusami, perdonami. Quando piccini, crescono in casa tua.

Quattro sono le ultime parole da pronunciare ai propri figli: per favore, grazie, scusami, perdonami. Quando cresciuti, escono da casa tua.

Il rischio più prevedibile che ci può capitare è la conseguenza del sì che sappiamo dovrebbe essere un no e del no che sappiamo dovrebbe essere un sì. La parte di noi che amputiamo, ci renderà inabili emotivi cronici alla ispirazione alla vita, senza rimedio.

Modi di dire riveduti e (s)corretti: Sopra la Banca la Politica campa. Sotto la Banca il Cittadino crepa.

A colui che ti sputa in faccia il: “Lei non sa chi sono io!”, si dovrebbe sempre e prontamente replicare con:” Certo che lo so, lei è un cretino!”

Rosanna Marani

See more at: http://www.lindipendenzanuova.com/sopra-la-banca-la-politica-campa-sotto-la-banca-il-cittadino-crepa/

 

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Possiedo da spendere la sola moneta del mio sono. Ho investito il mio ero e non so se il mio sarò, potrà fruttarmi l'interesse ad essere.
Questa voce è stata pubblicata in Aforismi, Divulgazione, L'Indipendenza Nuova, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...