Grazie alle donne


Suffraggette

Grazie alle donne

Grazie alle donne che hanno lottato prima di me e che hanno reso possibile anche la mia lotta contro le ingiustizie.

Grazie alle donne che hanno modificato le regole disordinate della società, chiedendo la parità come persone, pur difendendo la diversità individuale, che mi hanno aperto la strada perché potessi a mia volta, contribuire a mettere ordine, nel mio ambito giornalistico, che non permetteva alla donna di diventare giornalista sportiva.

Grazie alle donne che lottano oggi e che pagheranno, come succede da sempre quando si esce dal cosi si fa, la loro tenacia con l’isolamento e la solitudine.

Ma in quella solitudine, c’è l’intima soddisfazione di aver lasciato un segno come apripista, il segno della ribellione ai no, il marchio della dignità ai nonostante.

C’è la fierezza di essere donna, tra le donne, con le donne, per le donne.

Auguri amiche mie.

La mia festa della donna non contempla risate, barzellette, spogliarellisti e cena, perché non è un festino, ma un festival di memorie e ricordi e riflessioni su lotte passate e lotte attuali, quotidiane per dare supporto alla civiltà e onorare le donne martiri, uccise in nome di questa civiltà che ancora le umilia, le tortura, le offende, le emargina.

Adoro la festa delle donne che hanno fatto la festa al pregiudizio dell’uomo.

 

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Possiedo da spendere la sola moneta del mio sono. Ho investito il mio ero e non so se il mio sarò, potrà fruttarmi l'interesse ad essere.
Questa voce è stata pubblicata in Annotazioni, Dedicato, Diario, Divulgazione, Feste, I miei pensieri, Libertà, Pensieri, Riflessioni, Ringraziamenti, Rispetto per la vita, Segnalazione, Sessismo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Grazie alle donne

  1. Grazie Rosanna.

    Non ho paura di affermare che sono le donne come te che hanno fatto la storia, non del “Movimento”, che non vuol dir più nulla, ma dell’anima di tutte noi, della nostra consapevolezza e della nostra coscienza.
    Sono apparentemente (soprattutto viste con la prospettiva dlel’oggi) minime e futili le barriere che hai saputo infrangere, all’inizio del tuo cammino, ma chi sa leggere tra le righe della storia, non quella con la esse maiuscola dei potenti e dei poteri, ma quella minuscola delle persone, quella che realmente genera evoluzione nel genere umano, sa che non si tratta di occasioni da sottovalutare, tutt’altro.
    E poi c’è la tua straordinaria indipendenza di pensiero e di azione, la tua intelligenza vivida e forte, che da sole bastano a delineare una immagine della donna a suo modo “rivoluzionaria”.
    Io la chiamo la rivoluzione della femminilità. Dove non ci sentiamo neppure più vincolate ai miti e ai riti del femminismo, quello militante e sincero e quello di facciata e d’occasione (e l’otto marzo li fa emergere entrambi tra le schiume del mercato mediatico), ma votate a una affermazione del sé finale e definitivo, nel rispetto di un nuovo umanesimo in cui le donne sono parte nella loro individuale e assoluta peculiarità, non in conflitto o agonismo con l’uomo maschio, ma come mondo complementare di autentica pari dignità.

    “C’è la fierezza di essere donna, tra le donne, con le donne, per le donne.”

    Questa fierezza, questa dignità è la grande “rivoluzione” (non “non-violenta” ma “a-violenta”) che donne come te rappresentano nell’universo femminile dell’oggi, proiettato al superamento del genere come limite o barriera. Una dolcissima rivoluzione rosa!

    Grazie Rosanna

    Grazie a te, grazie a tutte voi amiche mie, grazie a Dio siamo Donne!

    Un abbraccio

    Marianna

    Mi piace

    • Rosanna Marani ha detto:

      Ciao Marianna, noi donne siamo acqua che scorre. Impetuosamente, silenziosamente, perennemente per rendere fertile la terra. Non so se ho “fatto” storia di costume. So che non ho preteso rispetto, ma me lo sono guadagnato. E tanto mi basta, per avere onorato e dato significato alla mia esistenza. Grazie a te dunque, donna come me e grazie, lo ripeto, alle donne che sanno di sé. Come noi.

      Mi piace

  2. Rosanna Marani ha detto:

    Pensieri Grazie alle donne

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...