E fino a quando


luscio-del-tempo

E fino a quando

E fino a quando

non sarà il tuo quando

io resterò sull’uscio del tempo

e ne avrò cura

con il respiro immobile

perché resti spalancato

come le tue tracce

aperte a rinchiudermi

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Possiedo da spendere la sola moneta del mio sono. Ho investito il mio ero e non so se il mio sarò, potrà fruttarmi l'interesse ad essere.
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Dedicato, Divulgazione, Emozioni, Intrattenimento, Poesia, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a E fino a quando

  1. Rosanna Marani ha detto:

    Poesia E fino a quando

    Mi piace

  2. Eh no, no, no! non posso fare a meno di lasciare un mio piccolo commento, qui…

    Perché qui siamo un poco fuori da quello che ho chiamato “lo stile” (originalissimo) di Rosanna.
    E perché qui siamo di fronte a una perla di purezza assoluta.

    È una sfida che accolgo: un Poeta che trova la perfezione fuori dal suo stile, improvvisamente e imprevedibilmente. Lasciando il suo stile, fa uno sberleffo all’imprimatur dell’unicità, dell’originalità. Come per dire: stavolta di questo orpello non ne ho bisogno! L’ispirazione è più forte del mio stesso stile. Posso avvicinarmi ai livelli delle Merini, delle Pozzi, dei Bertolucci, non ho bisogno della formalità del “nuovo”, posso essere attuale e nello stesso tempo antichissima…

    Sintetica, quasi essenziale come una scultura di Moore, quella essenzialità e sintesi che io (quando mi improvviso con umiltà da dilettante a scrittrice) inseguo con fatica e lotta, e studio, e sperimentazione, qui arriva spontanea, serena, senza tensione, per pura emozione.

    È il linguaggio poetico che io personalmente prediligo, la Marani “Maraniana” la ammiro immensamente per la sua stessa distanza dal mio linguaggio, qui invece siamo in una galassia a me familiare, in cui mi sento a mio agio, confortata e confortevole. Ma questo in sé non ha alcuna importanza. Per dirla all’incontrario, il fatto che io fatichi un po’ a “digerire” Whitman, non significa che non si tratti di un genio di primaria importanza nell’universo poetico di ogni tempo.
    Che io prediliga questa espressione poetica, nulla prende e nulla dà alla Rosanna che conosciamo e a quella sconosciuta, che dobbiamo ancora prepararci a scoprire, pian piano…
    La sua originalità rimane intatta, indiscussa, mentre pian piano, lemme lemme, si affaccia una sua Classicità.

    Qui non occorrono interpretazioni, è la poesia a parlare da sola. Abbandonate le ceneri sontuose e sofisticate dell’informale, i ricordi ermetici, la scintillante vivacità paroliberista, qui c’è emozione diretta, attraverso la narrazione: semplice, elementare, diretta, scoperta, indifesa.
    E tuttavia senza la minima tentazione di banale, di carineria, di “poetessesco” (scusate i miei neoligismi un po’ selvatici, ma mi capite) o viceversa di disarmonia voluta, affettata. No qui tutto è armonico e tutto è ordinato e pur “nuovo” in un equilibrio di Classicità marmorea, come dicevo, quasi perfetta.
    Il tema della Morte aleggia (“Il respiro immobile”), e aleggia con esso come un angelo senza peso quello della Grazia (“le tue tracce aperte/ a rinchiudermi”). Così come simmetricamente respira il tema del tempo (“fino a quando”) e quello inestricabile da esso dello spazio (“resterò sull’uscio”).
    Non ci sono dubbi, non ci sono nebbie, tutto è limpido e detto. Punto.

    Che mi rimane ora se non l’orgoglio di poter dare del tu a un Poeta?…

    Marianna

    Liked by 1 persona

    • Rosanna Marani ha detto:

      Bentrovata Marianna, quel che mi doni è un dono immenso. Mi emoziona. E mi sorprende… sempre. Con questa poesia, mi dici, ho il permesso di entrare… nella casa della tua poesia. Ed è fantastico!Grazie.

      Mi piace

  3. Rosanna Marani ha detto:

    Cali Banus
    @calibbanus
    […] perché resti spalancato
    come le tue tracce
    aperte a rinchiudermi
    Ne ho amato la potenza e la sintesi. Lirico suono

    Mi piace

  4. Rosanna Marani ha detto:

    L’ha ribloggato su L'Orto di Rosannae ha commentato:

    Il quando è l’uscio del tempo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...