Algia


L'Orto di Rosanna

Algia

Algia

Crepa

Sberciata

Nel groviglio

Di sguardo

Ottuso

Piega

Sgualcita

Nella barricata

Di pensiero

Abbottonato

Nicchia

Ispida

Nel paradigma

Di grido

Confuso

Saliva

Incollata

Nella mestizia

Di attimo

Sfuso

Unghiata

Ritorta

Nel sentore

Di abbraccio

Palpitante

Struggimento

Deglutito

Nel respiro

Di odore

Sfiatato

Annunciazione

Squillata

Nella speranza

Di volontà

Tenace

Algia

Fessura

Di mancanza

Algia

Sbrego

Di amore

Algia

Convocazione

Di te

View original post

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Divulgazione, Emozioni, Poesia, Reblog, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Algia

  1. Cara Rosanna,

    in altre occasioni mi sono soffermata sugli aspetti di struttura, di costruzione, delle tue opere, cercando, malandrina e ladra come sono, di scoprire e rivelare il tuo segreto, quello per cui una Poesia essenzialmente informale riesce a comunicare così viva emozione.

    Questa tua ultima “Algia” fin dalla prima lettura mi ha trasmesso un disagio, un disturbo, un malessere quasi fisico, intenso. Il titolo contiene nel suo significato questa tematica, ma non è il titolo ad aver agito su di me, anzi. Nel suono, il titolo in sé è quasi dolce, sembra un nome di donna, desueto, antico.
    È il testo che mi ha scavato l’anima. Letteralmente e spietatamente.
    Sapete, l’Arte non è necessariamente “piacevole”, la “bellezza” è anche sofferenza, spietatezza, sincerità e verità fino al martirio.
    Per contrasto, è per questo che le pappine dolciastre di certi testi non ci soddisfano, ci impastano la bocca, alla lunga ci nauseano.
    La “bellezza” in arte, come la Vita stessa, è Verità, prima di tutto.
    Nuda, indifesa, esposta, scandalosa…

    Bene, Rosanna è un Autore di quelli che non celano, rivelano, e scandalizzano. In questo è la sua bellezza.

    Io mi sono chiesta tante volte dove sta il segreto di questo incantesimo, e ho trovato tante risposte, alcune le ho espresse in queste pagine, ma nessuna da sola – com’è ovvio – è soddisfacente.
    In questo caso mi sono soffermata non più sulla composizione, sul ritmo, sulla struttura, ma su ogni singola particella (“parola”) presa singolarmente, una per una, isolandola come fa una scienziata ricercatrice per venire a capo di un composto chimico complesso.
    Ecco, ecco qui alcune di queste particelle, prese un po’ a campione:

    Crepa
    Sberciata
    Groviglio
    Sguardo
    Ottuso…
    Deglutito
    Fessura
    Sbrego…

    Impossibile non accorgersi come questi suoni, queste fonie aspre, ingolate, tutti questi dittonghi in S e la presenza cupa delle U siano lì come le dissonanze e le cromie di un pezzo musicale in minore, tutte funzionali ad esprimere con il suono, che riverbera nella mente anche in una lettura muta, questo disagio, questo malessere…

    Questa è Poesia per me. Non l’unica possibile, ma certo lo è.

    Marianna

    (Piccolo poscritto: ora che vi ho rivelato qualcosina, non provateci neanche ad imitarla, solo lei ha il dominio del suo segreto, consapevole o istintivo che sia)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...