Chiazze di poesia … Ragno e mosca


Ragno e mosca

Chiazze di poesia … Ragno e mosca

Ah … il silenzio! …

Una ragnatela che …

Cattura sia il ragno … carnefice …

Sia la mosca … vittima …

Tutto si forma … si deforma … si conforma …

Nella ragnatela del silenzio …

Morte o vita …

Cibo o digiuno…

Fuga o resa …

Codardia o contemplazione …

Indifferenza o riflessione …

Il nostro silenzio è … un galantuomo …

Il silenzio dell’altro è … un villano …

E viceversa …

Siamo villani o galantuomini …

Ma sempre  …

Ragno e mosca …

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Possiedo da spendere la sola moneta del mio sono. Ho investito il mio ero e non so se il mio sarò, potrà fruttarmi l'interesse ad essere.
Questa voce è stata pubblicata in Annotazioni, Chiazze di Poesia, Divulgazione, Emozioni, Riflessioni, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Chiazze di poesia … Ragno e mosca

  1. Pingback: Chiazze di poesia … Ragno e mosca (di Rosanna Marani) | Evaporata scrittrice

  2. Marianna Piani ha detto:

    Dunque, amiche e amici, sapete come succede? Alla bellezza e all’incanto ci si assuefà presto…
    Ricordo, salendo in Dolomiti, come accadeva: la bellezza quieta e trasognata di un bosco, di un’abetaia, pur amandola alla follia, presto non ti bastava, e ti dicevi: vediamo cosa c’è, più in là…
    Allora riprendevi il cammino, fino alla prossima radura. Da cui potevi scorgere una bellissima e impettita cima dorata dal sole. Il giorno dopo avresti affrontato senz’altro quella cima. E una volta salita, con fatica, su quella vetta, tra le guglie, ne avresti scorta un’altra, in fondo valle, più bella ed emozionante ancora. E allora, rientrata al rifugio, la sera stessa saresti stata lì, sulla cartina, a tracciare la via per la prossima scalata. Sapendo che non ti saresti mai fermata lì, ma avresti sempre voluto altre rocce, altre salite, altre visioni, altri cieli da toccare con un dito…
    Ecco, il tragitto tra le Poesie di Rosanna per me è un po’ come questo peregrinare di cima in cima. Quando arrivi, e respiri a pieni polmoni l’aria dell’alta quota, sei felice, ma subito inizi a desiderare il prossimo tragitto, la prossima parete su cui aggrapparti mani e piedi per la progressione, sempre più ardita, sempre più… Più bella, non c’è una parola migliore…
    Questo breve inno attorno al Silenzio è una di quelle cime – però, e sono rare – su cui siedi, appagata, e non pensi ad altro, per un istante, o per lughi minuti, o per aspettare che tramonti il sole, prima di lasciarla e ridiscendere a corda doppia al mondo dei vivi.
    …In silenzio, appunto.

    Ciao Rosanna, grazie
    La tua
    Mariannina

    Mi piace

    • Rosanna Marani ha detto:

      Come faccio a stare senza di te.. senza le tue parole.. senza le tue considerazioni.. senza il tuo controcanto? Ormai sono assuefatta e se mi mancassi.. Marianna…cadrei in crisi di.. astinenza.. Grazie..

      Mi piace

  3. Rosanna Marani ha detto:

    Chiazze di poesia Ragno e mosca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...