Un uomo perbene


testata-nelcuore

Il blog

Blog di Rosanna Marani

Un uomo perbene

Ore 4: Sveglia. Devo andare a caccia. Chissà quante belle prede selezionerò. Uccelli migratori, anatre. Cinghiali. Daini femmine gravide o mamme se però prima uccido il neonato Bambi. Mica si può lasciare vivo un cucciolo orfano. Poverino un poco di compassione. Morirebbe di stenti. Ah, noi cacciatori che guardiani dell’ambiente siamo? Ripopoliamo e preleviamo in maniera tale da tenere sotto controllo l’ambiente.

Ore 6:Devo abbattere sto cane malato da caccia. Ormai non mi serve più. Dopo che l’ho tenuto per mesi recluso in una gabbia box di lamiera, sull’argine del fiume, deve essersi debilitato. E’ fiacco e molto magro. Mi sono scordato di portargli acqua e cibo. Va beh, una fucilata in testa o lo trascino per qualche chilometro legato al paraurti e non ci penso più. Gli tolgo sofferenza, in fondo.

Ore 8: Devo andare a controllare le trappole che ho messo. Lacci d’acciaio che non abbiano ucciso cani o gatti, ma solo prede che vale la pena poi vendere ai ristoranti. Pagano bene. Ah, anche le reti, se hanno intrappolato richiami vivi da accecare e rivendere ai cacciatori regolari o uccellini da cucinare per la polenta e osei! Speriamo siano tanti, che con loro si mangia poco davvero.

Ore 9: Oggi devo faticare assai. Preparare polpette avvelenate con lumachicidi, vetrini e chiodi. Le volpi mi infastidiscono e anche i cani da tartufo del mio vicino. Sono troppo bravi e mi portano via il lavoro. Visto che ci sono, avveleno anche qualche piccione. Faccio il giro largo in piazza e li sistemo.

Ore 10: Mi sa tanto che non ho scelta. Abbandono nella piazzola della stradina che va in montagna la mia cagna che ha appena partorito. Lei la lascio dove non mi vede nessuno. Magari la lego ad un albero così non scappa. I cuccioli? Li butto nel cassonetto, però stasera che ora c’è troppo via vai. Il canile di mio cugino è stracolmo, altro che sterilizzare, perderebbe guadagno lui e anche la sua famiglia!

Ore 11: Devo preparare la gara, si il combattimento. Bastonare i miei campioni di combattimento così stanotte saranno belli carichi. Scuoio un gattino così sentono l’odore del sangue e magari gli butto anche un cagnetto di piccola taglia. Così si allenano a strapparselo di bocca. E poi corro nella stalla dove ho sistemato i miei due cavalli. Le corse clandestine rendono bene. Mi sa che rimarranno solo quelle per godere e guadagnare. I palii li vedo messi male con sta rivoluzione in atto delle associazioni animaliste!!!

Ore 12: ++++++++-Devo passare in conceria. Ho da procedere con l’elettrocuzione per un centinaio di visoni. Domani ho la consegna alla pellicceria, da effettuare.

Ore 13: Mo’ faccio una capatina nel pollaio, si insomma, capannone. Migliaia di polli insieme fanno un baccano che mai. Meglio mettersi le cuffie per ascoltare musica. Allora il becco alle galline è tagliato. Devo solo buttare nel trituratore i pulcini maschi che non mi servono né come fattrici né come carne.

Ore 14: Mungere le mucche, allontanare il vitellino appena nato che non beva il latte. Anzi mettergli quella specie di museruola così lo lecca solo senza suggere. Altro che bianco, per me è oro! Lo bevono tutti. Che cretini e dire che porta al tumore in alcuni casi. A me, siamo onesti, che mi frega? Basta vendere.

Ore 15: Maiali e scrofe. Che investimento! Del maiale non si butta via niente! Tutto profitto. Le scrofe stanno nella loro bella gabbia di contenzione e non schiacciano i loro figlietti. Nella merda e sempre sdraiate.

Ore 16: Trote arrivo! Una pescata come si deve fa davvero bene alla salute. Rilassa il sistema nervoso, vedere il pesce che si contorce e guizza le sue ultime boccate di respiro.

Ore 17: Che pomeriggio! Dobbiamo uccidere le foche. A bastonate o con un arpione. Beh si certo, ci sporchiamo di sangue, ma poi ci laviamo.

Ore 18: Gli zoo vogliono scimmiette, leoni e tigri. Una bella retata nella savana ed è fatta.

Ore 19: I laboratori ci richiedono oranghi. Pare siano simili a noi per molta parte. Devono vivisezionarli. Ah no, devono sperimentare, non so cosa, ma loro, i ricercatori e le case farmaceutiche, la chiamano così, sperimentazione animale.

Ore 20: Topi, ratti, nutrie, scoiattoli, ghiri. Che disastro per l’umanità. Programmiamo in giunta, uno sterminio di massa è quel che ci vuole. A che servono altrimenti? Poi un poco di svago al Circo. Che buffi sono gli orsi con il gonnellino? E gli elefanti che fanno il giro d’onore tenendosi per la coda e la proboscide? Che carini! Come le bestie chiuse negli zoo e i pesci grandi nel delfinario. Portano la palla, fanno le capriole! Si vede che se la spassano. Cibo assicurato neanche la fatica di procurarselo! E li vogliono chiudere, portando via il lavoro a centinaia di brave persone che ci sfamano la famiglia!

Ore 21: Eccitante l’uccisione di delfini, orche e balene. Per studi ovviamente non per strage! Mi tocca andare in Giappone, pensa te! Per il tonno invece, mi bastano le nostre isole. Una bella mattanza e via ci si toglie il pensiero del tonno in scatola!

Ore 22: A stanare i cervi. Mi richiedono le corna come trofeo da appendere in salotto. Beh, forse dovrei arruolarmi nelle bande che ammazzano i rinoceronti e gli elefanti, per via del corno e delle zanne. Il corno serve per la medicina, aho, mica pizza e fichi! E l’avorio? Sai la Chiesa quante belle statuine ci fa e se le vende?

Ore 23: Mamma mia, quanti randagi inselvatichiti in giro ci sono? Ammazziamone qualcuno, però prima mi diverto a scegliere come. Uno lo brucio, l’altro lo faccio scoppiare con un petardo in bocca. All’ultimo della fila attacco una pietra al collo e lo affogo. Ah, quello lì lo impicco. Però mica male quella cagnetta, prima me la faccio. Tanto è sera, mica mi vede qualcuno. Poi la finisco con una accetta.

Ore 24: Gli orsi si stanno lamentando. Devo controllare il catetere per il prelievo di bile. Dopo che una mamma ha strangolato il cucciolo e si è uccisa, meglio dare una occhiata in più.

Ore 01: L’ultimo pastone della giornata alle oche per far loro scoppiare il fegato. Il foie gras è una chiccheria. E visto che ci sono, acchiappo anche due aragoste dall’acquario, per buttarle vive domani nella pentola e papparmele.

Ore 02: Devo controllare i documenti falsi delle cucciolate nel canificio, giù nel garage. Passano tra poco a prendere i piccolini.

Ore 03: Mi hanno invitato in Spagna alla Corrida. Quasi quasi ci faccio un salto. Deve essere emozionante vedere l’agonia di un bestione accecato prima della gara! E poi se mi sbrigo riesco anche ad andare alla festa del toro a cui bruciano le corna. Figo! Si dimena prima di essere infilzato che è uno spettacolo!

Ore 04: Fiera degli animali. Oh, non posso mancare. Nel rettilario danno da mangiare bestioline vive tipo coniglietti e topini e criceti ai pitoni. La natura che è, vero?

Ore 05: Vado al macello. Sarà diverso oggi dal solito tran tran. Devo macellare alla maniera religiosa Si, come si chiama?  Halal, mi pare. Niente stordimento ma solo zacchete una bella rasoiata in gola e il sangue che cola a fiotti. Si vede proprio la vita che da calda calda diventa fredda fredda in un rivolo di ammazzamento. Boh, chissà poi perché l’animale ucciso  senza soffrire sarebbe impuro! Valli a capire i musulmani e gli ebrei!

Ore 06: Debbo programmare l’evirazione da svegli ovviamente, dei maialini e dei polli. Abbacchio e cappone. La tradizione vuole la sua regola. Per gli agnelli, ho tempo per pensarci.

Ore 07: Coi coccodrilli e coi canguri ci facciamo le scarpe, le cinture e le borse. Coi feti di pecora, le pellicce e con la lana, maglioni, capotti e coperte. Con la seta ci vestiamo di lusso, con le piume l’interno dei giubottoni. C’è qualcosa ancora dell’animale che rapiniamo, (l’animale è a nostro servizio ed è come la cicoria, cibo!!!), che mi sfugge dalla memoria, che non utilizziamo, ricicliamo a nostro vantaggio?

Ore 0 7,55: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Da buon cristiano devo pregare prima di iniziare la mia giornata. Io sono un uomo perbene, mica un animale!

See more at: http://www.nelcuore.org/blog/il-blog-di-rosanna-marani/item/un-uomo-perbene.html?category_id=24

Advertisements

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Animali, Articoli, Barbarie, Divulgazione, Nelcuore, Riflessioni, Rispetto per la vita, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...