Rassegna Stampa Premio Concorso di Poesia Mille voci per Alda Merini


La Gazzetta dello Sport

La Gazzetta dello Sport

Il Quotidiano

Il Quotidiano

Calabria ora

Calabria ora

http://www.ntacalabria.it/99572/catanzaro-il-premio-merini-di-poesia-a-rosanna-marani/

NTA' Calabria

http://catanzaro.weboggi.it/Eventi/10441-Premio-Alda-Merini%2C-vince-Rosanna-Marani

Catanzaro oggi

Catanzaro/Cultura: a Rosanna Marani premio poesia A. Merini

15 Aprile 2013 – 18:34

(ASCa) – Catanzaro, 15 apr – Con la lirica dal titolo ”Veglia”, Rosanna Marani, di Milano, prima giornalista donna sportiva italiana, si e’ aggiudicata la seconda edizione del Premio ”Alda Merini” di Poesia, promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, con l’adesione della Camera di Commercio di Catanzaro.

Gli altri cinque finalisti, considerati tutti ex-aequo, sono Michele Belsanti di Roma, con la lirica ”Non e’ eterno il dolore”; Maria Pompea Carrabba di Termoli, con ”Siede la Regina alla destra del Re”; Vanes Ferlini di Imola, con ”Tu sconosciuto: ad un donatore”; Maria Teresa Infante di San Severo (Foggia), con ”Voglio sentire” e Giovanni Pistoia di Corigliano Calabro, con ”Le parole che ascolto”. A tutti sara’ assegnata un’artistica targa di argento realizzata per l’occasione dal noto orafo crotonese Michele Affidato.

Rosanna Marani

Rosanna Marani

di Stefania Piazzo

L’altra settimana mi chiama Rosanna e mi dice: ho vinto, ma aspetta a scriverlo! Oggi l’hanno detto e lo possiamo dire. Insomma, quando un giornalista sa trasformare la notizia in poesia, non è una soddisfazione. E’ una liberazione! La mitica Marani, già tra i “padri nobili” della Gazzetta dello Sport, appesa al muro con Brera nei corridoi della Gazza, questa volta l’ha fatta grossa: si è presa la seconda edizione del premio “Alda Merini”, promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, con l’adesione della Camera di Commercio di Catanzaro.

Ha vinto con la lirica “Veglia”. Sveglia la ragazza lo è, da sempre. Per noi che la conosciamo e sappiamo assecondare le sue mattane geniali, le sue intuizioni e quell’essere giornalisti sopra le righe, forse non è neppure più uno stupore la sua bravura sincopata del linguaggio. Perché così sono le sue poesie. Sono un punto e a capo o più semplicemente un fluire senza metrica. Così.

Brera ha scritto di lei, Sky in questi giorni le ha chiesto i vhs delle sue trasmissioni quando su Telemontecarlo intervistava i calciatori travestendoli nei panni dei personaggi più strani. Lei è un pezzo di storia non ambigua, romagnola come lei, del saper scrivere.

Una sera a cena mi racconta: “Sai come ho fatto a intervistare Rivera quando ha avuto il figlio dalla Elisabetta Viviani? Era alla clinica Columbus con uno sbarramento che non ti dico. Mi sono travestita da donna incinta e sono entrata nello stanzino”. Rivera sull’uscio mi ha detto urlando: “Nooo, anche qui!!!”.

La Marani è l’unica ad aver intervistato Maradona in silenzio stampa, facendogli rispondere a gesti. Non contenta, ha travestito i calciatori nei personaggi più strampalati per rompere la monotonia seriale delle interviste monotono (oggi si direbbe mononota), braccia conserte e gambe svaccate sulla sedia…

Di lei ha scritto Brera, di lei si scrive e si recita quel che ha dentro, perché il vulcano di pensieri inquieti e di certezze fumate con la sigaretta Rosanna è produttrice prolifica. Dal Resto del Carlino al Tempo, con Gualtiero Vecchietti e Italo Cucci.

“Sono stata la prima a entrare negli spogliatoi del calcio”, ti dice, ma senza essere una velina. E senza fare la valletta, ha condotto la prima trasmissione sul calcio guidata da una donna, Bar Sport.

Pioniera, anche nel saper rompere le scatole al sistema, imparando l’arte televisiva da Mike Bongiorno, dalla prima rete Telemilano che poi diventò Canale 5. Le ha passate tutte, poeticamente lottando come lotta una donna, che dalle donne vorrebbe essere fatta fuori ed essere fatta, e basta, dagli uomini.

I suoi programmi… tanti… Buongiorno Italia, di Wiva le donne, Record, Superflash. Per la Rai Giorni d’Europa, 7 Giorni al Parlamento, È quasi goal, Il processo del lunedì, Tv7, TG3 Telesogni. Ma ci tiene tanto a Fred e Ginger, l’intervista a Giuseppe Incocciati, del Milan poi Atalanta… Napoli…: “Cantavamo e ballavamo insieme, un’intervista ballata e cantata”. La Marani, come i trovatori e i trovieri.

Ma elencarle tutto sembra di fare un dispetto alla poesia.

L’unica intervista mai realizzata alla mamma di Berlusconi, la signora Rosa, l’ha fatta lei. E quando uscì il docufilm della Lucky Red, “Silvio Forever”, ricordate… Rosanna si incendiò perdendo la pazienza… Per quei diritti ora ha aperto una vertenza grande come una casa…, con l’avvocato Ivano Fazio. Quando te la racconta, prenditi un giorno di ferie! Per leggere tutte le carte, s’intende!

Scrivere, dire, fare, baciare, lettera, sentimento… questo è il suo mestiere. E noi siamo felici di averla con noi dal primo giorno, nel nostro quotidiano online. “La mia seconda giovinezza”, mi dice.

“Stefy, ricordati però di citare Vincenzo Ursini. Il premio Merini che ha il patrocinio del Quirinale, è il solo a nome di Alda col patrocinio delle figlie”. Fatto, Marani. Occuparsi di poesia oggi è eroico.

“Ci vediamo a Roma, magari anche con la Carla”, dice. Sì, perché dalle mescolanze informatiche della Marani è uscita anche la conoscenza di una band, la Diapasong. Fanno un dvd con 12 sue poesie. Registrano a Roma.

La Carla che dice? Carla Rocchi, presidente nazionale dell’Enpa, con cui Ros e io condividiamo diverse gioie e dolori delle battaglie di civiltà per gli animali, “ha riso… – confessa la Ros – Sai che lei non è una tanto poetica!!!”. Ma no Ros, è ridere di bene, è che basti tu a filtrarci il mondo, a farci da Veglia.

“Lo sai che ti voglio bene?”, mi dice la Ros. “Siamo sorelle di lotta dai tempi mitici quando nessuno parlava di animali, ed è importante cara sorella, perché oggi con la Federazione delle associazioni, voluta dalla Michela Brambilla, oggi è tutto più semplice. Una cosa la dico: è dagli animali che ho imparato la poesia

http://www.catanzaroinforma.it/pgn/newslettura.php?id=52851

Catanzaro informa

http://247.libero.it/lfocus/17631858/1/premio-alda-merini-vince-rosanna-marani/

Libero 24x7

http://www.giornaledicalabria.net/index.php?section=news&idNotizia=35095

Primo piano

La giornalista Rosanna Marani vince il premio Alda Merini                          

16 aprile 2013

Con la lirica dal titolo “Veglia”, Rosanna Marani, di Milano, prima giornalista sportiva donna d’Italia, si è aggiudicata la seconda edizione del Premio “Alda Merini” di Poesia, promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, con l’adesione della Camera di Commercio di Catanzaro. Gli altri cinque finalisti, considerati tutti ex-aequo, sono Michele Belsanti di Roma, con la lirica “Non è eterno il dolore”; Maria Pompea Carrabba di Termoli, con “Siede la Regina alla destra del Re”; Vanes Ferlini di Imola, con “Tu sconosciuto: ad un donatore”; Maria Teresa Infante di San Severo (Foggia), con “Voglio sentire” e Giovanni Pistoia di Corigliano Calabro, con “Le parole che ascolto”. A tutti sarà assegnata un’artistica targa di argento realizzata per l’occasione dal noto orafo crotonese Michele Affidato. Ricordiamo che nel corso della manifestazione programmata per sabato 20 aprile, alle ore 11, nella Sala delle Culture della Provincia di Catanzaro, saranno consegnate anche due medaglie del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: la prima, alla carriera, è stata assegnata al giornalista Vincenzo De Virgilio; la seconda all’artista Pasquale Macrì, autore dell’opera “Alda Merini, i giorni della gioia” utilizzata dall’Accademia dei Bronzi per illustrare la copertina dell’antologia “Mille voci per Alda” realizzato con le migliori liriche partecipanti al concorso. Due premi speciali, non a concorso, andranno invece al dottor Francesco Calabrò, ufficiale medico nelle missioni di pace, e a Maria Pia Furina, odontoiatra con la passione della poesia, per l’opera “Come le mie mani”. Oltre ai suddetti premi saranno assegnate targhe di merito a numerosi altri poeti provenienti da tutta Italia.

http://www.cn24.tv/news/66696/premio-alda-merini-vince-rosanna-marani.html

CN24

http://www.strill.it/index.php?option=com_content&view=article&id=161787:catanzaro-a-rosanna-marani-il-premio-merini-di-poesia&catid=1:ultime&Itemid=291

Catanzaro: a Rosanna Marani il premio Merini di poesia 

Lunedì 15 Aprile 2013 15:29

Con la lirica dal titolo “Veglia”, Rosanna Marani, di Milano, prima giornalista donna sportiva italiana, si è aggiudicata la seconda edizione del Premio “Alda Merini” di Poesia, promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, con l’adesione della Camera di Commercio di Catanzaro.

Gli altri cinque finalisti, considerati tutti ex-aequo, sono Michele Belsanti di Roma, con la lirica “Non è eterno il dolore”; Maria Pompea Carrabba di Termoli, con “Siede la Regina alla destra del Re”; Vanes Ferlini di Imola, con “Tu sconosciuto: ad un donatore”;  Maria Teresa Infante di San Severo (Foggia), con “Voglio sentire” e Giovanni Pistoia di Corigliano Calabro, con “Le parole che ascolto”.

A tutti sarà assegnata un’artistica targa di argento realizzata per l’occasione dal noto orafo crotonese Michele Affidato.

Ricordiamo che nel corso della manifestazione programmata per sabato 20 aprile, alle ore 11, nella Sala delle Culture della Provincia di Catanzaro, saranno consegnate anche due medaglie del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: la prima, alla carriera, è stata assegnata al giornalista Vincenzo De Virgilio; la seconda all’artista Pasquale Macrì, autore dell’opera “Alda Merini, i giorni della gioia” utilizzata dall’Accademia dei Bronzi per illustrare la copertina dell’antologia “Mille voci per Alda” realizzato con le migliori liriche partecipanti al concorso.

Due premi speciali, non a concorso, andranno invece al dottor Francesco Calabrò, ufficiale medico nelle missioni di pace, e a Maria Pia Furina, odontoiatra con la passione della poesia, per l’opera “Come le mie mani”.

Oltre ai suddetti premi saranno assegnate targhe di merito a numerosi altri poeti provenienti da tutta Italia.

Le poesie premiate saranno lette da Adele Fulciniti che sarà accompagnata dal chitarrista Tony Samà. A fine manifestazione si esibiranno i fratelli Andrea e Alessio Bressi e il cantante Michele Tosi.

“Il premio Merini – afferma Vincenzo Ursini – ha ottenuto un successo strepitoso. Abbiamo tante di quelle richieste da non poterne più accoglierne altre. Una manifestazione, insomma, che sarà ricordata non solo come la prima in Italia per numero di adesioni, ma anche perché siamo stati costretti a dire di no a centinaia di persone che intendevano essere presenti alla premiazione. Tutto questo senza aver avuto un solo euro da parte delle istituzioni”.

http://www.calabriaonline.com/articoli/catanzaro-premio-merini-con-veglia-si-aggiudica-la-seconda-edizione-rosanna-marani_21865.htm

Catanzaro: Premio Merini, con “Veglia” si aggiudica la seconda edizione Rosanna Marani

La premiazione si svolgerà sabato 20 Aprile nella Sala delle Culture della Provincia di Catanzaro

Catanzaro: Premio Merini, con Veglia si aggiudica la seconda edizione Rosanna Marani
 
15 / 04 / 2013

Con la lirica dal titolo “Veglia”, Rosanna Marani, di Milano, prima giornalista donna sportiva italiana, si è aggiudicata la seconda edizione del Premio “Alda Merini” di Poesia, promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, con l’adesione della Camera di Commercio di Catanzaro.

Gli altri cinque finalisti, considerati tutti ex-aequo, sono Michele Belsanti di Roma, con la lirica “Non è eterno il dolore”; Maria Pompea Carrabba di Termoli, con “Siede la Regina alla destra del Re”; Vanes Ferlini di Imola, con “Tu sconosciuto: ad un donatore”; Maria Teresa Infante di San Severo (Foggia), con “Voglio sentire” e Giovanni Pistoia di Corigliano Calabro, con “Le parole che ascolto”. A tutti sarà assegnata un’artistica targa di argento realizzata per l’occasione dal noto orafo crotonese Michele Affidato.

Ricordiamo che nel corso della manifestazione programmata per sabato 20 Aprile, alle ore 11, nella Sala delle Culture della Provincia di Catanzaro, saranno consegnate anche due medaglie del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: la prima, alla carriera, è stata assegnata al giornalista Vincenzo De Virgilio; la seconda all’artista Pasquale Macrì, autore dell’opera “Alda Merini, i giorni della gioia” utilizzata dall’Accademia dei Bronzi per illustrare la copertina dell’antologia “Mille voci per Alda” realizzato con le migliori liriche partecipanti al concorso. Due premi speciali, non a concorso, andranno invece al dottor Francesco Calabrò, ufficiale medico nelle missioni di pace, e a Maria Pia Furina, odontoiatra con la passione della poesia, per l’opera “Come le mie mani”. Oltre ai suddetti premi saranno assegnate targhe di merito a numerosi altri poeti provenienti da tutta Italia.

Le poesie premiate saranno lette da Adele Fulciniti che sarà accompagnata dal chitarrista Tony Samà. A fine manifestazione si esibiranno i fratelli Andrea e Alessio Bressi e il cantante Michele Tosi.

“Il premio Merini – afferma Vincenzo Ursini – ha ottenuto un successo strepitoso. Abbiamo tante di quelle richieste da non poterne più accoglierne altre. Una manifestazione, insomma, che sarà ricordata non solo come la prima in Italia per numero di adesioni, ma anche perché siamo stati costretti a dire di no a centinaia di persone che intendevano essere presenti alla premiazione. Tutto questo senza aver avuto un solo euro da parte delle istituzioni”.

http://tanjax.wordpress.com/la-firma-della-donna-nel-giornalismo-sportivo/

La giornalista Rosanna Marani vince il Premio dedicato ad Alda Merini

15-04-2013

MARANI COME MERINI ALLA NOSTRA ROSANNA IL PREMIO DEDICATO AD

ALDA.PDF

http://catanzaro.virgilio.it/notizielocali/La%20giornalista%20Rosanna%20Marani%20vince%20il%20premio%20Alda%20Merini-39108458.html

Notizie > Cultura e Spettacolo … > La giornalista Rosanna Marani …

La giornalista Rosanna Marani vince il premio Alda Merini

Cultura e Spettacolo Giornaledicalabria – 15 Apr 2013 22:00

Con la lirica dal titolo “Veglia”, Rosanna Marani, di Milano, prima giornalista sportiva donna d’Italia, si è aggiudicata la seconda edizione del Premio “Alda Merini” di Poesia, promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, con l’adesione della Camera di Commercio di Catanzaro. Gli altri cinque finalisti, considerati tutti ex-aequo, sono Michele Belsanti di Roma, con la lirica “Non è eterno il dolore”; Maria Pompea Carrabba di Termoli, con “Siede la Regina alla destra del Re”; Vanes Ferlini di Imola, con “Tu sconosciuto: ad un donatore”; Maria Teresa Infante di San Severo (Foggia), con “Voglio sentire” e Giovanni Pistoia di Corigliano Calabro, con “Le parole che ascolto”. A tutti sarà assegnata un’artistica targa di argento realizzata per l’occasione dal noto orafo crotonese Michele Affidato. Ricordiamo che nel corso della …

Leggi tutto – Vai all’articolo originale

http://it.paperblog.com/a-rosanna-marani-il-premio-dedicato-ad-alda-merini-1748473/

Magazine Informazione regionale

A Rosanna Marani il premio dedicato ad Alda Merini

Creato il 15 aprile 2013 da Goodmorningumbria

Rosanna Marani

di Stefania Piazzo

L’altra settimana mi chiama Rosanna e mi dice: ho vinto, ma aspetta a scriverlo! Oggi l’hanno detto e lo possiamo dire. Insomma, quando un giornalista sa trasformare la notizia in poesia, non è una soddisfazione. E’ una liberazione! La mitica Marani, già tra i “padri nobili” della Gazzetta dello Sport, appesa al muro con Brera nei corridoi della Gazza, questa volta l’ha fatta grossa: si è presa la seconda edizione del premio “Alda Merini”, promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, con l’adesione della Camera di Commercio di Catanzaro.

Ha vinto con la lirica “Veglia”. Sveglia la ragazza lo è, da sempre. Per noi che la conosciamo e sappiamo assecondare le sue mattane geniali, le sue intuizioni e quell’essere giornalisti sopra le righe, forse non è neppure più uno stupore la sua bravura sincopata del linguaggio. Perché così sono le sue poesie. Sono un punto e a capo o più semplicemente un fluire senza metrica. Così.

Brera ha scritto di lei, Sky in questi giorni le ha chiesto i vhs delle sue trasmissioni quando su Telemontecarlo intervistava i calciatori travestendoli nei panni dei personaggi più strani. Lei è un pezzo di storia non ambigua, romagnola come lei, del saper scrivere.

Una sera a cena mi racconta: “Sai come ho fatto a intervistare Rivera quando ha avuto il figlio dalla Elisabetta Viviani? Era alla clinica Columbus con uno sbarramento che non ti dico. Mi sono travestita da donna incinta e sono entrata nello stanzino”. Rivera sull’uscio mi ha detto urlando: “Nooo, anche qui!!!”.

La Marani è l’unica ad aver intervistato Maradona in silenzio stampa, facendogli rispondere a gesti. Non contenta, ha travestito i calciatori nei personaggi più strampalati per rompere la monotonia seriale delle interviste mononotono (oggi si direbbe mononota), braccia conserte e gambe svaccate sulla sedia…

Di lei ha scritto Brera, di lei si scrive e si recita quel che ha dentro, perché il vulcano di pensieri inquieti e di certezze fumate con la sigaretta Rosanna è produttrice prolifica. Dal Resto del Carlino al Tempo, con Gualtiero Vecchietti e Italo Cucci.

“Sono stata la prima a entrare negli spogliatoi del calcio”, ti dice, ma senza essere una velina. E senza fare la valletta, ha condotto la prima trasmissione sul calcio guidata da una donna, Bar Sport.

Pioniera, anche nel saper rompere le scatole al sistema, imparando l’arte televisiva da Mike Bongiorno, dalla prima rete Telemilano che poi diventò Canale 5. Le ha passate tutte, poeticamente lottando come lotta una donna, che dalle donne vorrebbe essere fatta fuori ed essere fatta, e basta, dagli uomini.

I suoi programmi… tanti… Buongiorno Italia, di Wiva le donne, Record, Superflash. Per la Rai Giorni d’Europa, 7 Giorni al Parlamento, È quasi goal, Il processo del lunedì, Tv7, TG3 Telesogni. Ma ci tiene tanto a Fred e Ginger, l’intervista a Giuseppe Incocciati, del Milan poi Atalanta… Napoli…: “Cantavamo e ballavamo insieme, un’intervista ballata e cantata”. La Marani, come i trovatori e i trovieri.

Ma elencarle tutto sembra di fare un dispetto alla poesia.

L’unica intervista mai realizzata alla mamma di Berlusconi, la signora Rosa, l’ha fatta lei. E quando uscì il docufilm della Lucky Red, “Silvio Forever”, ricordate… Rosanna si incendiò perdendo la pazienza… Per quei diritti ora ha aperto una vertenza grande come una casa…, con l’avvocato Ivano Fazio. Quando te la racconta, prenditi un giorno di ferie! Per leggere tutte le carte, s’intende!

Scrivere, dire, fare, baciare, lettera, sentimento… questo è il suo mestiere. E noi siamo felici di averla con noi dal primo giorno, nel nostro quotidiano online. “La mia seconda giovinezza”, mi dice.

“Stefy, ricordati però di citare Vincenzo Ursini. Il premio Merini che ha il patrocinio del Quirinale, è il solo a nome di Alda col patrocinio delle figlie”. Fatto, Marani. Occuparsi di poesia oggi è eroico.

“Ci vediamo a Roma, magari anche con la Carla”, dice. Sì, perché dalle mescolanze informatiche della Marani è uscita anche la conoscenza di una band, la Diapason. Fanno un dvd con 12 sue poesie. Registrano a Roma.

La Carla che dice? Carla Rocchi, presidente nazionale dell’Enpa, con cui Ros e io condividiamo diverse gioie e dolori delle battaglie di civiltà per gli animali, “ha riso… – confessa la Ros – Sai che lei non è una tanto poetica!!!”. Ma no Ros, è ridere di bene, è che basti tu a filtrarci il mondo, a farci da Veglia.

“Lo sai che ti voglio bene?”, mi dice la Ros. “Siamo sorelle di lotta dai tempi mitici quando nessuno parlava di animali, ed è importante cara sorella, perché oggi con la Federazione delle associazioni, voluta dalla Michela Brambilla, oggi è tutto più semplice. Una cosa la dico: è dagli animali che ho imparato la poesia”.

Veglia

Veglia di palpebre

Gusci

Racchiudono gheriglio del mio pensiero

Abbarbicato a te

Ti protegge da spigoli

Laminati puntuti affannati

Tronca il filo spinato

Che strazia lo carni della tua anima

Ingabbiata

Ti soccorre l’artiglio

Di forbici acuminate del volere

E forza ed energia gemelle leniscono

Gonfie d’amore di madre

Il tuo costato offeso

Lancinante sento la pena

Con manette avvinte

Alle mie mani inutili inani

Per riserbo

Vorrebbero invece spaccare

Quelle cave

Quelle pietre gravose

Con le unghie

Per fare consolazione

Spalanco allora le braccia per raccogliere

Immobile

Eco di brusio sofferente

Mentre la tua tempra d’acciaio

Adorata incitata

Ruggisce

Giavellotto

Per crivellare la sconfitta di un’ora

Che fuggirà perdente

Guaendo

Per aver osato sfidare

Il tuo urlo elegante di vittoria

Rosanna Marani

Gazzetta del Sud

 Gazzetta del Sud

http://alfredodecclesia.blogspot.it/2013/04/premio-alda-merini-vince-rosanna-marani.html

AltraInformazione

 Premio Alda Merini, vince Rosanna Marani

di 

Con la lirica dal titolo “Veglia”,Rosanna Marani, di Milano, prima giornalista donna sportiva italiana, si è aggiudicata la seconda edizione del Premio “Alda Merini” di Poesia, promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi e dalle Edizioni Ursini, con l’adesione della Camera di Commercio di Catanzaro.Conosciamo meglio Rosanna Marani. Ha esordito nel giornalismo alla Gazzetta dello Sport il 18 novembre del 1973, con un’intervista esclusiva a Gianni Rivera in silenzio stampa da 6 mesi. Ha collaborato con Il Giornale d’Italia e il Resto del Carlino sotto la guida di Gualtiero Vecchietti e di Italo Cucci. È stata la prima donna a diventare giornalista professionista sportiva nel 1976ed è stata anche la prima giornalista a condurre una trasmissione sportiva in TV: a Telenorditalia, emittente lombarda, ha condotto infatti Bar Sport, un talk show dedicato al calcio, allo sport e ai protagonisti degli anni settanta. Successivamente la sua carriera si è sviluppata interamente in televisione. Per Telemilano, la prima rete televisivaFininvest, è stata inviata dei notiziari, di Buongiorno Italia, di Wiva le donne, di Record, di Superflash e de Gli speciali. Per la Rai ha lavorato in: Giorni d’Europa, 7 Giorni al Parlamento (con Gianluca Di Schiena), È quasi goal, Il processo del lunedì, Tv7, TG3 Telesogni (con Claudio Ferretti).

rosanna

Tra le interviste realizzate, quella trasmessa dal Tg1 delle 13 a Rosa Bossi, la madre di Silvio Berlusconi, l’unica esistente e di cui la signora Marani possiede i diritti d’autore in esclusiva. Durante un breve periodo a Telemontecarlo è stata inviata di Sport Show, del Tg e di Mondocalcio. Negli anni novanta, Roberto Tumbarello la chiama ad Odeon Tv per la rubrica “I Cavoli a merenda” all’interno della trasmissione Forza Italia, condotta da un giovane Fabio Fazio. A Telelombardia, negli anni novanta, Rosanna Marani partecipa Novantesimo donna, condotto da Eliana Jotta, con una rubrica fissa in cui assegna voti di merito e demerito ai calciatori, bacchettando i comportamenti meno sportivi. Lavora a Telenova come inviata di Fax 13, e ad Antenna 3: è inviata di Marinasumagol, Non solo bici, Antenna tredici, Visti a San Siro, Speciali cronaca e politica, nella quale intervista i politici tifosi. È stata sposata due volte: con Pierluigi Aprà, attore de La Cina è vicina di Marco Bellocchio, morto prematuramente a 37 anni, e con Vincenzo Celentano. Ha tre figli: Gabriele, regista, Andrea e Giulia. Attualmente in pensione, è impegnata nel volontariato, dopo avere lottato dal 2006 per debellare un tumore maligno. È tra le fondatrici di Chiliamacisegua, associazione non profit per la tutela degli animali,da cui si è dimessa, ad ottobre 2012, per approdare alla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, in qualità di Responsabile Comunicazione Web. Ha un notissimo  blog di cui personalmente leggo diverse poesie.https://lortodirosanna.wordpress.com/.

Alla mia carissima amica vanno i miei complimenti. Grande Rosanna .

Gli altri cinque finalisti, considerati tutti ex-aequo, sono Michele Belsanti di Roma, con la lirica “Non è eterno il dolore”; Maria Pompea Carrabba di Termoli, con “Siede la Regina alla destra del Re”;Vanes Ferlini di Imola, con “Tu sconosciuto: ad un donatore”; Maria Teresa Infante di San Severo (Foggia), con “Voglio sentire” e Giovanni Pistoia di Corigliano Calabro, con “Le parole che ascolto”.

A tutti sarà assegnata un’artistica targa di argento realizzata per l’occasione dal noto orafo crotonese Michele Affidato.
Ricordiamo che nel corso della manifestazione programmata per sabato 20 aprile, alle ore 11, nella Sala delle Culture della Provincia di Catanzaro, saranno consegnate anche due medaglie del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: la prima, alla carriera, è stata assegnata al giornalista Vincenzo De Virgilio; la seconda all’artista Pasquale Macrì, autore dell’opera “Alda Merini, i giorni della gioia” utilizzata dall’Accademia dei Bronzi per illustrare la copertina dell’antologia “Mille voci per Alda” realizzato con le migliori liriche partecipanti al concorso.
Due premi speciali, non a concorso, andranno invece al dottor Francesco Calabrò, ufficiale medico nelle missioni di pace, e a Maria Pia Furina, odontoiatra con la passione della poesia, per l’opera “Come le mie mani”.
Oltre ai suddetti premi saranno assegnate targhe di merito a numerosi altri poeti provenienti da tutta Italia.
Le poesie premiate saranno lette da Adele Fulciniti che sarà accompagnata dal chitarristaTony Samà. A fine manifestazione si esibiranno i fratelli Andrea e Alessio Bressi e il cantante Michele Tosi.
“Il premio Merini – afferma Vincenzo Ursini – ha ottenuto un successo strepitoso. Abbiamo tante di quelle richieste da non poterne più accoglierne altre. Una manifestazione, insomma, che sarà ricordata non solo come la prima in Italia per numero di adesioni, ma anche perché siamo stati costretti a dire di no a centinaia di persone che intendevano essere presenti alla premiazione. Tutto questo senza aver avuto un solo euro da parte delle istituzioni”.

fonte http://www.lavocecritica.com/premio-alda-merini-vince-rosanna-marani

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Autori e poeti, Biografia, Concorso di poesia, Diario, Dicono di me, Divulgazione, Emozioni, Eventi, Intrattenimento, Poesia, Rassegna Stampa, Ringraziamenti, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Rassegna Stampa Premio Concorso di Poesia Mille voci per Alda Merini

  1. Pingback: Veglia | L'Orto di Rosanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...