Chiazze di poesia … C’è tempo


36232_139244962756501_100000129935264_411217_465115_s

Chiazze di poesia … C’è tempo

C’è tempo …

Eh … già … c’è tempo …

Me lo sfilo di dosso come una camicia sporca … un maglione stretto …

Rimango nuda … infreddolita … sotto il suo gocciolare istanti …

Non conosco … la somma totale dei miei momenti  … quelli che ho sottopelle … dalla nascita … da vivere…

Pago … cash … la sottrazione … dei lampi … che perdo …

Degli attimi che butto …

E soffoco … il tempo… che mi spetta …

Che no… non mi aspetta …

Sono io… ad aspettare il tempo … di avere tempo …

E mi ritrovo… ad avere meno tempo … per vivere il tempo che mi resta …

Dopo … mai … sempre …

Tre illusioni … del tempo che … mi scappa via dal cuore …

E’ ora… adesso … subito … la moneta del baleno… da spendere …

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Annotazioni, Chiazze di Poesia, Divulgazione, Emozioni, Intrattenimento, Libertà, Riflessioni, Rispetto per la vita, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Chiazze di poesia … C’è tempo

  1. piccoleparole ha detto:

    Reblogged this on Piccole Parole and commented:
    Lei è così!
    Semplicemente Straordinaria!
    Le sue parole spesso sono quello che avrei voluto io scrivere o dire!
    Mi ripeto, mi ripeto un sacco di volte: io Adoro questa donna!!!

    Mi piace

  2. Cara Rosanna,
    posso permettermi di chiamarti così, vero?

    Quante volte mi sono chiesta che cosa fa di una poesia, di un componimento poetico, ciò che sentiamo essere una BELLA poesia! Una composizione che ci commuove e ci regala l’emozione che proviamo, ad esempio, di fronte a un bel dipinto, a un paesaggio naturale nel suo splendore…

    La Poesia, tra tutte le arti, è forse la più “facile”: basta una penna, una certa sensibilità, e la capacità di dire le cose. Ma nello stesso tempo è la più difficile, perchè è completamente nuda, esposta, è l’espressione più pura ed immediata del pensiero.
    Perfino la Musica, la sua Sorella diletta, è più “facile”, perchè è protetta dalla tecnica sontuosa del linguaggio musicale, perchè occorrono Sacerdoti e Scienziati ad essa dedicati, e strumenti, e orchestre, per renderla viva. La Poesia no, basta un foglio di carta, o anche niente, perchè la Poesia esiste anche soltanto a pronunciarla, a dirla, proprio come tu fai nei tuoi commoventi interventi in video…
    Io credo che ciò che rende la Poesia un’Opera d’arte altro non sia se non la Verità. Oppure, se vuoi, la sua gemella, la Sincerità.
    È la capacità, del tutto misteriosa, di creare un ponte tra l’emozione e il pensiero di chi scrive, e l’emozione – e il pensiero – di chi legge. Una connessione diretta, logica, come un condotto di fibre ottiche mentali, che lega immediatamente il lettore al Poeta. In quel momento, nell’istante in cui la connessione si attua, non v’è più distinzione: il Lettore, superando la barriera del senso, diventa egli stesso il Poeta.
    Questa è la magia, come la chiamo io, della Poesia.
    E questo è l’incantesimo che a volte – non sempre, puoi capire che solo gli eccelsi, i semidei della scrittura riescono a farlo, e questo solo il Tempo, già proprio Lui, è in grado di decretarlo – dicevo, è questo l’incantesimo che a volte tu Rosanna, riesci a scatenare.
    Per questo ti chiamo spesso e volentieri Maliarda, o Maga…
    Tu ci avviluppi di lemmi, di parole, di segni, e noi ti seguiamo, come stregate, nelle stanze della tua esperienza di lotta, dolore, morte, resurrezione, amore, emozione…

    Qui, in questa composizione, il Tempo ti è seduto accanto, ti conosce bene, lui, e tu conosci lui altrettanto, amico e nemico, alleato e tiranno. Nel Tempo tu hai vissuto, vivendo ogni minuto come egli ha vissuto te, consumandoti in risposta del tuo consumo di lui…
    Nell’andamento teso dei versi, insolitamente adagiati sulla pagina, anzichè come è il tuo stile più usuale, essere impilati, incolonnati, noi sentiamo questa scansione, un trascorrere lungo un vettore esclusivo, unico, verso una meta unica, esclusiva…
    Eppure la tua vitalità, che è tutta la tua Poesia, scarta, si ribella, lo rinnega, questo tempo senza inizio o fine, perchè sai che la Parola, quand’è intrisa del sangue e del dolore della vita, è esente dal fuggire nel tempo.
    La Parola È il Baleno. Il Baleno, l’insight, è ciò che incide nel tempo e lo può fermare, come sognava Goethe, spillandolo nella sua Bellezza.
    La percezione della Bellezza altro non è che ciò che ci rende Umani.

    Grazie mia cara, grazie per questa avventura che ci fai compiere, assieme a te.
    E, personalmente, grazie per la tua Amicizia. Bene prezioso.

    Marianna

    Mi piace

  3. Rosanna Marani ha detto:

    Posso …prendere.. tempo e….ba..ba.. bal..bet…tare….? Gra..Gra..Gra..zie!!!!!!!!…..

    Mi piace

  4. Rosanna Marani ha detto:

    Chiazze di poesia C’è tempo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...