Nuda


Nuda

Per indossare

La veste bianca

Dell’amore

Nuda

Si sveste

La rabbia

Nuda

Si sveste

L’avidità

Nuda

Si sveste

L’ipocrisia

Nuda

Si sveste

La pelle

Dal buio cieco

Dell’abisso

Afferro

Con le mani

Che sanguinano paura

Con le gambe

Che scalciano dolore

Il ciuffo dell’onda

Di un mare azzurro mare

Per annodarlo

Al singhiozzo

A riva volto le spalle

Al tempo

Quello che non si deve

Ricordare

Neppure menzionare

E mi incanto

A rimirare

La veste bianca

Dell’amore

Appesa

Al paravento di cielo

Quella veste bianca

Dell’amore

Che non indosserà mai

Il mio abbandono

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Annotazioni, Emozioni, Libertà, Pietà, Poesia, Riflessioni, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Nuda

  1. Rosanna Marani ha detto:

    L’ha ribloggato su L'Orto di Rosannae ha commentato:

    Quella veste bianca Dell’amore Che non indosserà mai Il mio abbandono

    Mi piace

  2. No, non posso, anche se ho pochissimo tempo, non commentare brevemente questo piccolo capolavoro.
    Non mi soffermerò a farne l’esegesi minuta e l’analisi, anche se meriterebbe, se non altro per i molti anche intelligenti “appassionati” di poesia che mi chiedono come è che io mi appassioni così tanto a questo autore, a questo stile versificatorio, così sostanzialmente lontano (in apparenza, solo in apparenza ragazzi!) lontano dal mio.
    Non serve del resto, basta leggere, non superficialmente, con un briciolino di attenzione, il testo SI IMPONE da solo, con la sua energia, la sua preziosità linguistica, il suo ritmo incalzante, da levare il fiato.
    No, mi limito a dire che questa, che è forse una delle più belle poesie in assoluto di questa straordinaria poetessa, si impone subito, fin dal titolo – perentorio come un pugno nello stomaco – come una confessione e una esplorazione dell’anima profondissima di questa donna dalla vita e sensibilità straordinarie. E cos’è altro la poesia, quella vera, se non un potente strumento di conoscenza, come diceva Ezra Pound?
    Qui c’è tutto il mondo, articolato, complesso, di Rosanna Marani, questo mix inarrivabile, e femminilissimo ma nello stesso tempo universale, di sensualità, emozione intensa ed erotismo; ma non erotismo dell’immagine, badate bene, quello lo saprebbe fare chiunque e non sarebbe Poesia: erotismo potente, gioioso e disperato della parola. Della PAROLA. Cioè di ciò che più intimamente e disarmatamente ci esprime.
    In questo Rosanna si avvicina davvero, secondo me, un povero ma convinto me, alla grandezza.
    Grazie Poetessa.
    Marianna Piani

    Liked by 1 persona

  3. Rosanna Marani ha detto:

    Cara Marianna, tu riesci a denudare la mia anima che si rimira, con lo sguardo socchiuso, nello specchio delle tue parole e brilla di un biancore abbacinato e felice, nel riflesso del tuo sentore
    .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...