Il mio pensiero


Il mio pensiero

Il mio pensiero

Sgattaiola dalla mente

Liquido e concupiscente

Malandrino e fremente

Nella voliera imposta

Che molta rassegnazione costa

Dalla mia età

A frullare prigioniero no no non ci sta

La sua trasgressione

Diventa la vera di vita ragione

Quando da solo

Col suo stesso volo

Si strappa

La lingua allappa

Di delirio a morsi

Ne beve il piacere a piccolo sorsi

La cerniera

Non importa se è mattino e non sera

Quando esaltato

Inebriato

Frastornato

Dai brividi che lo sconquassano

Che sul midollo in grumi si ammassano

Diventa da respiro

Prima sospiro

Infine urlo persino sguaiato

Di esultanza

Libero da qualsiasi di tabù sudditanza

Dalla passione conquistato

Il pensiero serpentina le mie gambe

Ormai sghembe e strambe

Le mie caviglie nervose

Le mie anche giocose

Saetta il tremito dal mio seno

Non separa tra gli ardori il più dal meno

Al mio ventre

Mentre

Si adagia e si riposa il mio pensiero

Sul petto del suo magnifico nocchiero

Ancora ansimante

Di battito ripetente

Nel suo sudore

Nel suo lucore

Poiché ha trovato la gioia la sintonia

Del suo acme una condivisa via

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Possiedo da spendere la sola moneta del mio sono. Ho investito il mio ero e non so se il mio sarò, potrà fruttarmi l'interesse ad essere.
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Annotazioni, Divulgazione, Emozioni, Libertà, Poesia, Poesie erotiche, Riflessioni, Rispetto per la vita, Segnalazione, Sesso e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il mio pensiero

  1. ombreflessuose ha detto:

    Buon mattino Rosanna, i pensieri sono come figli nostri che sgomitano fra di loro ad
    uscire dalla ragione. Poi c’è sempre uno, il più bello, che ama sempre amare.
    Grazie ancora per la tua bella anima.
    Mistral

    Mi piace

  2. Esprimi in brevissimi versi la dinamica di quei momenti in cui l’uccello ha osservato la foglia di un albero promettente,la foglia lucida non della rugiada mattutina ma della propria vitalità perchè anch’essa ama, desidera essere apprezzata, gustata.L’uccello fa tanti giri per capire dov’è più carnosa, poi si lancia nel possederla, finchè anch’essa avverte che il rito del ciclo vitale è terminato. Non rileva dove ora va l’uccello,va a caccia di nuova vita mentre la foglia nella sua giovanissima mattinata, cerca di ricomporsi in attesa di nuovo rito

    Mi piace

  3. Rosanna Marani ha detto:

    Poesia Il mio pensiero

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...