Con te Senza te


Con te Senza te

Con te

Donna

In divenire

Allora

Senza te

Disarticolata

Marionetta

Ma non clown

Spicciolo

Di agonia

Nelle

Piaghe

Del sorriso

Senza te

Attrice

Smemorata

Nel teatro

Di una estate

Del nostro tempo

Concesso

In un atto solo

Scappo

Dal palcoscenico

Per non farmi inseguire

Dalla tua definizione

Indefinita

Che ha rivelato

La mia essenzialità

Di te

A me

Con te

Di noi

Non a te

Di me

Con te

Di noi

Insieme

Senza te

Recito

Questa sgraziata parte

Che non ho scelto

Non la interpreto

Mi interpreta

Mi sobilla

Calore

Come il lembo di fuoco

Umido

Del cedro

Nel camino

Quando

Non vuole accendersi

Con te

Dalle briciole

Di sangue rosso

E’ voglia di vita

E’ entusiasmo

E’ amore

Mi offri il viso

Della tua perfezione

Di maschio

Con me

In attesa

Di essere uomo

Senza te

Dalle briciole

Di sangue bianco

E’ frammento di vita

E’ respiro fioco

E’ disamore

Mi offri la schiena

Della tua ingordigia

Di predatore

Senza me

In attesa

Ancora di te

Sempre di te

Quando

Il mondo

Consumato

Ti dirà

Quello che

Ti avrei detto io

Siamo indivisibili

Neppure gli spazi

E le linee parallele

Di uno stesso destino

Separato

Condiviso

Potranno

Lasciarci individui

Estranei

Ognuno chissà dove

Perso

Solo

Nella propria

Identica

Percepita

Voragine

Di te

Di me

Senza te

Senza me

Di noi

Insieme

Io ti ho trovato

Ieri

Tu mi hai perduto

Oggi

Io ti perdo

Oggi

Tu mi troverai

Domani

Ti devo

Qualcosa di te

Te

Che io ho dentro me

Che ti rassomiglia

Come una goccia

Di acqua rovesciata

Tu mi devi

Me

La mia anima capovolta

Che ti sei portato

Con te

Dentro te

Senza me

Poesie scritte nel 1976

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Possiedo da spendere la sola moneta del mio sono. Ho investito il mio ero e non so se il mio sarò, potrà fruttarmi l'interesse ad essere.
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Divulgazione, Emozioni, Poesia, Poesie scritte nel 1976 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Con te Senza te

  1. spirito libero ha detto:

    mi hai toccato l’anima

    Liked by 1 persona

  2. Posso dirti che ne sono felice?

    Mi piace

  3. Ipotesi

    Smarrire
    luoghi comuni
    giocosi
    momenti instabili
    perduti
    affetti e sogni
    cercano
    anime consolanti
    capaci
    di trasmettere disagi
    mettere
    sul piatto pasto caldo
    rinfrancare
    fame
    di alimento vitale
    amore.

    Liked by 1 persona

  4. Rosanna Marani ha detto:

    Poesia Con te Senza te

    Mi piace

  5. Rosanna Marani ha detto:

    L’ha ribloggato su L'Orto di Rosannae ha commentato:

    Anime cercano anime, anime trovano anime, anime perdono anime. Anime non sanno di essere anime. Anime sole si bastano.

    Mi piace

    • “Con te

      Donna

      In divenire

      Allora

      Senza te

      Disarticolata

      Marionetta”

      Cara Rosanna,
      mi sono tuffata in questo rivolo/torrente/fiume/mare poetico con la sensazione di una prima nuotata in mare aperto a inizio Giugno (accadeva nella mia infanzia e giovinezza a Trieste, a volte marinavo gli ultimi giorni di scuola per farlo, tanto ero – matematica a parte – sempre ai primi posti in classifica e nessuno mi diceva nulla) quando le sensazioni sono più vive, l’acqua gelida e ondosa mette in moto il cuore in un palpito rabbioso, e il fiato se ne esce quasi in un grido acuto, a volte senza il “quasi”. I gabbiani allora ci stizziti, loro pretendono ancora il mare tutto per sé…

      Inizio da quell’incipit, perché è così maledettamente già tutto tuo e solo tuo, nel suo equilibrio incertissimo e tesissimo, inimitabile senza incorrere in goffo scimmiottamento.

      Ebbene, cara Rosanna-scrittrice-poeta, qui, e poi in tutto il seguito, ho la sensazione di sentire la tua voce più pura, del tutto istintiva, e infrenabile, ancora insensibile alla tua tensione all’essenziale, quindi magnificamente ridondante (e io, sai, di ridondanza io me ne intendo!), in una espressione quasi in un fiato solo che ci trascina, alla fine proprio senza fiato, dall’incipit alla chiusa, in questo stream of counsciousness così densamente femminile, da anima divisa tra ragione e sentimento, e tra sentimento e sensibilità. Una traccia di sangue, nell’espressione dell’amore, ché il sangue è la materia più esclusivamente femminile che esista, il sangue che contiene il nostro umore e la nostra potenza creatrice.
      Ma in questa rilettura ora, dopo le tante prove più recenti, in qualche modo più mature, più coscienti di sé, più essenziali e più insostituibili, mi sono rammentata delle parole di Ungaretti, che qui ti cito letteralmente (ci ho messo una mezz’ora in biblioteca per ritrovarle, poi erano nel posto più ovvio):

      “Certo, la vera poesia si presenta innanzi tutto a noi nella sua segretezza. E’ sempre accaduto così. Più giungiamo a trasferire la nostra emozione e la novità delle nostre visioni nei vocaboli, e più i vocaboli giungono a velarsi d’una musica che sarà la prema rivelazione della loro profondità poetica oltre ogni limite del significato.”

      Fin qui Ungaretti, che altre volte non ha caso ho accostato (con tutte le sproporzioni del caso) al tuo lavoro.
      “…Oltre ogni limite del significato.” Ecco il punto, Rosanna: in questo tuo scintillante lavoro (che hai avuto la illuminazione di riproporre, non so se in modo testuale o con qualche rimaneggiamento, ma conoscendoti direi senza) si vede con chiarezza, al di là del significato, il valore che fin da subito ha assunto la PAROLA nella tua ricerca espressiva, e non perché utilizzi un metro di parole-versi (un fatto meccanico che solo i più sprovveduti pensano di cogliere in positivo o in negativo come una tua caratteristica di stile, o che, peggio, tentano di emulare) ma perché nell’isolare la parola – come uno scienziato isola una particella di materia – le conferisci un valore suo proprio, fonico, ritmico, coloristico, esattamente come un pittore contemporaneo assegna alla pennellata, al colpo di colore, perfino magari al taglio sulla tela (Fontana) funzione segnica trascendente la significazione stessa.
      Parli da donna di te stessa in amore, con sensualità vibrante e un erotismo smagliante, inequivocabile, ma produci immagini ed emozioni che superano l’aspetto psicologico e narrativo/rappresentativo, e si riversano diritti nella forma musicale, e da qui re-suscitano le emozioni del lettore (e più che mai della lettrice).
      Guarda cara, per rimanere a volare alte, che oggi sono in vena e mi sono svegliata così, con ali grandi e ingombranti, poiché la trovo citata proprio dall’Ungaretti poco dopo le parole che ho riportato, concludo con questa fulminante osservazione di Leopardi (nientemeno!):

      “Ora io fo poca stima di quella poesia che, letta e meditata, non lascia al lettore nell’animo un tal sentimento nobile, che per mezz’ora, gl’impedisca di ammettere un pensier vile, e di fare un’azione indegna” (Così Leopardi, dalle “Operette Morali”)

      Ecco, cara, tutto qui il valore insostituibile della Poesia. Tutta qui la tua (e la mia, nel mio muniscolo) ricerca…

      Tua
      Marianna

      Liked by 1 persona

      • Rosanna Marani ha detto:

        Cara Marianna, ogni tanto desidero scoprire i miei tentativi di poesia e mi rileggo. E mi domando sempre, se davvero sono stata io a scrivere quello che rileggo. E quando tu rileggi me stessa e mi identifichi nell’emozione che ti suscito, io mi emoziono. Grazie.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...