Tu Tu Tu Io Io Io


 

Tu Tu Tu Io Io Io

In una storia

O storiella che sia

Quando prende l’inizio della via….

Tu Tu Tu

Io Io Io

Più

Non ci sono

Se ne perdono sfilacciati i lembi

Nell’ozono

Restano come lanugine piumette

Strette strette

Di ali a sghembi

Dell’individuo solitario

Che ha percorso nella strada

Molto brada

In discesa

Il suo personale calvario

Adesso con l’individua che gli appartiene

Quella che al suo soffio vitale si attiene

Sale in ascesa

Io mi dico tra me

E il mio di me sè

Al finir del tuo tempo terreno

Ti rimane da gustare

Assaporare

Un quarto d’ora o molto meno

Allor che la tua sociale

Morale

Scrupolosità  hai appagato

Esaudito

Non hai alternativa

La pagina da scrivere è già in rotativa

Ascolta

Chiama tutti i tuoi sensi a raccolta

O muori pian piano

O ti appresti a vivere dallo sciapo lontano

In quell’attimo splendente che ti ha incontrato

Nella noia tu tu tu essudato

C’è formato

Appena nato

Un noi

Di poi

Un embrione

Staccato dalla

Della verve crostone

Quel noi sulle punte

Balla

Anche se magari ti appaiono ancora smunte

Guarda meglio osserva bene

Lascia da parte le incallite pene

Hanno invece il color acceso

Perché  l’inarco del noi è all’amor proteso

Autonomo istintivo

Primitivo

Animale

Non ad altra emozione uguale

E’ l’ assolo

E’ della esistenza il suo vero volo

Se non lo si capisce

La coscienza ancor non annuisce

Se imperiosa non si intuisce

Quella voce che chiama

Sottile lucida brillante

E’ del suono più armonioso la lama

Si è persi nel proprio oblio

Come dire io

Non sono più io io io

Davvero

E’ dogma assai veritiero

Si assiste vigliacchi

Per forza calpestata

Macerata

Dentro del disonore

Del proprio destino gli smacchi

Alla disfatta

Coatta

Del precipuo significato

Donato

Indicato

Dall’essenza di sé

Intendiamoci

Capiamoci

Porta dolore

Urla clamore

Come conseguenza

Ad altri

La scelta finale d’esser se stessi?

Si

E’ una partenza

Perché nulla potrà cambiare il fato

Che per quello sei nato

L’hai persino cercato

Inseguito

Cresciuto

Di vibrazioni pasciuto

Se quel segnale nascondi

Se quel segnale azzittisci

Farai infelice non solo

Il noi

Non solo tu tu tu sai

Pur chi accanto hai

Che lo tradisci

Che lo incupisci

Che lo pugnali

Privandolo dei suoi di segnali

Offendendolo

Di un silenzio intriso di asservimenti formali

E’ tentazione

E’ rivoluzione

La tua natura quella tentazione pretende

Il tuo pensiero quella rivoluzione distende

Lo sfinimento del nostro passato

Fino al riflesso specchiato

Della nostra assegnazione

Non deve essere scambiata per rassegnazione

Porta dolore comunque

Anche senza arrivare

Al noi del nostro dunque

Non è irresponsabilità

O  manifestazione di poca dignità

Al contrario che la trasparenza

Ha la fronte alta

Non è scaltra

Non è meschina

Non riduce la nostra anima tapina

C’ è un solo modo

Per praticare l’onestà

Che non ha tanti concetti

Perfetti

Di intellettualità

Non ha ragione infatti

La ragione mente

Sovente

Trainata dalla consuetudine

Diventata strascicata abitudine

La ragione della mente non vuole accettare

Del progetto di un futuro da sbancare

Il ricominciare a costruire

A darsi da fare

La ragione della mente ricerca altrove

In ogni dove

Valori imposti

Nascosti

Alla verità del nostro profondo

Là dove a volte del sogno e soltanto del sogno

Facciamo entrare il nostro mondo

Allora tu tu tu

Non ti lamentare più

Che ami un poco

Perverso gioco

Un assaggio

Di poco coraggio

Verso il tuo centro

Che ami a metà

Come se si potesse

Essere vivi o morti a mezzo

Divisi in due

Una metà a Firenze una ad Arezzo

Devi essere preciso

Puoi anzi devi concedere rispetto

Riconoscenza

Della tua sensibilità ottima semenza

A chi ha allungato il passo assieme a te

Con tutti i suoi perché

Regalati a te

Ieri

Di consumati incanti forieri

Finiti ahimè di magia esauriti conclusi

Ora oggi  adesso con il tuo sentire ormai collusi

Concludo il mio dire

Rispondo all’interrogativo

Vivo

Che mi ha pervasa del suo sentire

Mi tormento solo io io io

Che lo ascolto il fremito

Del domani fermento e gemito?

Chi può negarmelo?

Chi può vietarmelo?

I figli?

Con quale di pretese appigli?

Li ho partoriti per il mondo non per me

E non c’è forse ma però se

Devono seguire la loro onda

Non frenare la mia che di gioia esonda

Ricapitolo riannodo il filo

Di Arianna

Altrimenti la confusione

La successione logica del pensiero scanna

Se l’impulso di energia solo così affermato

Si quello che si riverbera sugli altri tu tu tu hai rifiutato

Sappi che danneggi

Con alibi e dabbenaggine te stesso

Certo ti è concesso

Anche se nessun conto pareggi

Senti fai come ti pare

Ogni fiamma sei padrone di smorzare

Metti però

Sul tuo fasullo amorfo palpito

Senza di galoppo alla felicità scalpito

Una pietra tombale

A vivere non ci pensare

Dammi retta sopravvivi fatti trainare

Che è più facile

Più comodo

Più normale

Soprattutto

Ammetterlo è davvero brutto

Agli altri no no no non fa male….

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Divulgazione, Emozioni, Intrattenimento, Libertà, Poesia, Riflessioni, Rispetto per la vita, Risposte, Segnalazione, Sesso e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Tu Tu Tu Io Io Io

  1. abbaschia ha detto:

    Spero di sentirla presto, poesia,adoperata con loquacità;ora, allegata e pronta allo sviluppo di pensiero alto e fantasioso;dopo, per ancora ricevere nomenti di introduzione ideale al relax.Poterla complimentare,ancora, assieme,come, precedenti lavori ai tuoi video,inequivocabilmente, di piacevole riscontro comunicativo in ambito sociale.

    Liked by 1 persona

  2. Appena le tocca, a questa poesia donerò, sia la voce che la mia bocca.

    Mi piace

  3. abbaschia ha detto:

    Grazie.. Non ho dubbi,consapevole sul quanto meglio posa esprimere

    Mi piace

  4. …..La scelta…nell’eterna indecisione (o decisione della vita)…….il “se avessi fatto”, “se avessi potuto”……….io, io, io……chissà…… se……..
    Bella…anche se la testa mi ribolle e mi cerca!!!!

    Mi piace

  5. Rosanna Marani ha detto:

    Poesia Tu Tu Tu Io Io Io

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...