L’amor


L'amor

L’amor

Or mi coglie sfizio

Di provare

Ed inizio

Dell’amor a discettare

Mi domandano

Cos’è

Cosa sia

L’amor

Del suo languor

Rispondo

Siamo chiari

Da mio pari

A modo mio

Che non sono Iddio

Nodo groviglio

Che ci porta

Tanto scompiglio

Morso di sterno

Sinfonia di costole

Mantice di respiri

Non è amor

O non è amore soltanto

A mio giudizio

L’ho detto

Mi tolgo uno sfizio

E’ desiderio

E’ riempire solitudini

Di troppe

Insolenti inquietudini

E’ bisogno

Di appagamento

D’un ideale

Unico

Privo di uguale

Corpi arrotolati

Leccati

Allegati

Che cercano

Tane incavi

Di pelle scavi

Di odori

Di secreti

Di sapori proibiti

Non è amor

O non è amore soltanto

E’ spinta di lombi di carne

Di sesso

E’ appagamento

Di un senso

Il progetto di vita comune

L’insieme dell’andare

Per la strada da fare

Con famiglia formare

È molla biologica

Di specie

Che induce a figliare

Non è amor

O non è amore soltanto

L’insana scopata

La sveltina di sera

Sbandata

Rincorsa

Percorsa

Da peni e vagine furiosi

Smaniosi

Di rubare l’orgasmo

Che sbollisce in un amen

Che sfinisce

Patisce

Del dopo

L’indifferenza

Che sarebbe

Forse stato meglio

Fare senza

No non è amor

O non è amore soltanto

Amore è

Tienine conto

Altro da te

E’

Dove tu abiti con la mente

E’

Dove tu imperi con il cuore

E’

Dove sei libero

Dal suo mistero

Da inclinazione tendenze

Dipendenze

Senza dir parola

Tutto è già sapere

Tutto è già percepire

Di essere quello che sei

Perché è quello che sai

Dell’amor trasparente

Pulito furente

Che tutto dona

E non chiede

In cambio niente

L’amor sei tu stesso

Ovver mi permetto

Il giochetto

Sei ut

Il rovescio

Al contrario

Di quel che possiedi

Dentro

Di quel che sei

Di quel che sai

Di quel che puoi

Lo ripeto

Che sia compreso

Il concetto

Nessun dubbio

Io frammetto

In ciò che affermo

A mio giudizio

L’ho appena detto

Mi tolgo uno sfizio

Tu

Ut

Che scovi

In riverbero di luce

In frammenti di luce

In coriandoli di luce

In bagliori di luce

Che la tua sola identità

Ricuce

Che a te ridanno luce

Riflettendola

Al cerchio magico

Attorno

Alla atmosfera

Che respiri intorno

Sei tu l’amor

Solo tu

Te stesso

Capisci il nesso

Che se non t’ami

Non puoi amare nessuno?

Solo alcuno che cade porello

Nel tuo diabolico tranello

L’amor è

Quel che tu dai

Non quel che hai

Non quel che ti manca

Non è bisogno

Ne sogno

E’ pura essenza

Di esistenza

Mai

Se è amore bianco

Mai stanco

Dirai

Il mio amore

Se è amore

Quello vero

Quello che ha

Della rarità

Integra dignità

Quello che non cambia pelle

Nè colore

Non passa

Tra i giorni infelici la musica

Della grancassa

Dal rosso acceso

Al nero di lutto

Che non è suo frutto

L’ amore costante

Perenne

Di belle ali

Rivestito di penne

Non muta

E’ eternità

Che fiuta

Ecco allora

Sentirai

Proferire

Dalle tue labbra sicure

Il cosmo e l’infinito

Di non ferire

Sempre e soltanto

Amore di me

Qui

In amore di me

Offerto

All’altro di te

C’è dell’amor

Tutto

Tutto

Il suo perché

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Possiedo da spendere la sola moneta del mio sono. Ho investito il mio ero e non so se il mio sarò, potrà fruttarmi l'interesse ad essere.
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Divulgazione, Emozioni, Libertà, Poesia, Poesie erotiche, Riflessioni, Rispetto per la vita, Risposte, Segnalazione, Sesso e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a L’amor

  1. GIOVANNI ha detto:

    Se fossi poeta ti risponderei con un’altra poesia dal titolo “Ricordi del passato” ma poeta non son ma oramai un gran ……

    Mi piace

  2. Fallo e la leggerò volentieri

    Mi piace

  3. mikelagavi ha detto:

    Non è amor
    e… non è amore soltanto…….
    ed è proprio questo il finale, se non ti ami non potrai amare!!!!!

    Mi piace

    • Rosanna Marani ha detto:

      Buongiorno Miki!Vedi che piano piano ci arriviamo ad amare noi stesse! Con tanta maldicenza, con tanta sofferenza! Sai che ti dico? Evviva le donne, sconsacrate madonne che tutto s’han fare, Persino un imbecille amare!

      Mi piace

  4. ombreflessuose ha detto:

    La danza dell’ amor, che sopra ogni parola lascia un cuor.
    L’amore… il senso della vita
    Noi amiamo, se poi ci capita un imbecille: pazienza… sono incidenti di percorso
    Sei meravigliosa
    Bacioni
    Mistral

    Mi piace

  5. Grazie mille. Se ci mettiamo insieme, noi donne, sappiamo fare… scintille, dell’uomo imbecille!

    Mi piace

  6. abbaschia ha detto:

    Sebben pane raffermo e già scaduto non piace a me gustar anche se buono perchè perduto ha calore e sole e per ancho la foga e rabbia anch’essa scada.
    Ma or a rinvenir discorso che mesce sessi,e libero si pone alle opinioni,or, mi sento spinto alla parola, non per voglia legalizia, a difendere appunto il maschio fesso ma per voler dir di me dir come la penso; non son , qui, dunque a contrariar la donna e suo pensiero ma la logica che scarsa arriva al tal di grida,libera che l’eco si risente.Per prima la cosa evidenziare, la penso che la donna non umana è ma ch’essa appartenga a un’altra roba e a tuttaltro dire se non fosse per poche cose che ne fa pari all’uom che evidenzia e d’essa si noti differenza;forse parlar di Specie, nutro pensar, che sia la cosa retta .Non si tratta perciò per quel parlare che quasi offende e quasi terrorizza come trattasi di bestia che fa soma, e no d’un tizio che da luogo a giusto e nel discorso a senno e sentenziare.e il suo verbo svolge con dovizia, non diciamo tutto stia di becero e di stupidità,” per quanto il sesso, anche se, per qualcheduno di quello si fa vesto, perchè vuota ha le cassa in testa p’averla poi vuotata con l’istinto”.Non son tutti così,codesti maschi, così l’uomin di mondo, son padri e zii e nonni ch’han timore e sono tanto quanto rispettosi , maniaci non son, ma, solo affetti; essi son pari per l’amor che danno, come se fosser amici, mariti e pur amanti;sanno,perben,dare con le mani tese, quasi a porger calore, che, sì raro,si ricerca, e del loro sesso non danno peso al caso, come per dispetto..Ma guai se non fosser uomini a tastare quanto la donna ha da regalare un pò di violenza infervorata, p’aver l’istinto dato provocato, nel prendere quel puro che la donna dona e che anco essa vanta,per saperci fare o per beltade o banca.Perciò, mie care lei,mi fa piacere,con riverite scuse,m’affido io, a quella Specie ,in quelle mani e in quei pensier di donne ,un pò riprese dal distratto:siate più buone ne trarrete di sicuro bel guadagno, d’avere ,almen, in vostre mani in giusto giudicare quanto la conquista e il soprastare se non volete esser simil che furo capre contentate,e d’esser pensiero,confermato: quando foste d’Esopo e Giove con barba imbavagliate.

    Mi piace

  7. Abbaschia non so chi si cela dietro la foto, ma ti amo, amo gli uomini solo quegli uomini che come te sanno coniugare prosa e poesia, sentimento e tormento e …..rispondere a tono!!!!!!!!!!!!!GRAZIE

    Mi piace

  8. abbaschia ha detto:

    Sai che l’amore è una parola forte e come tale scotta ?Alcuni e pochi sanno raccontarla .
    mi emozioni.. Troppo Buona.. Buona notte.

    Mi piace

  9. Si che lo so, ne porto addosso cicatrici e ustioni. Che amor bollente addosso mi sono sempre rovesciata e che amor cocente mi ha, poi, dopo dilaniata

    Mi piace

  10. Rosanna Marani ha detto:

    Poesia L’amor

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...