LETTERA PER GIULIA


LETTERA AI MIEI FIGLI

PER GIULIA

Natale 2003

Cucciola perversa e deliziosa, donnino saggio e folletto insicuro, il nostro innamoramento continua. Una grande forza per la mia anima sbrindellata.

Sei una parte fondamentale di me: il mio orgoglio, la mia tenerezza.

Il tuo essere femminile così prezioso, mi conforta e mi salva in questa altalena di oggi.

Come una piuma, forse quella di Forrest Gump, mi lascio spingere dai refoli di vento, sperando che l’acqua della tempesta mi dia spessore e peso, giusto quel tanto che mi impedisca un volo impazzito verso il nulla.

Vedi il futuro dall’alto dei tacchi a stiletto, ha le forme rotonde come rotonda è la punta del tuo stivale.

Te lo stai conquistando questo futuro, lo interroghi con domande schiette,  senza arzigogoli e alibi di sorta e lui ti sta rispondendo a tono.

Ti vedi e vedi con lucidità chi ti sta intorno.

Ed hai imparato cosa sia la pietas o se vuoi altrimenti chiamarla, l’empatia.

Ti sai mettere nei panni altrui ed è questa, credimi una qualità tosta che va divulgata, spiegata , diffusa … promozionata con fervore e tanta determinazione.

I tuoi scazzi per fortuna sono rivolti agli oggetti, alle “cose” che hanno un costo in euro, non un prezzo in emozioni, troppo pesante da pagare.

Sei ad un quarto di strada della conoscenza di te stessa e puoi essere felice di quello che sei.

Davvero, davvero, davvero.

Sei una creatura speciale, giovane e non irriverente, giovane e non sadica, giovane e non superficiale, giovane e non egoista, giovane e non illusa.

Regale figura di donna che sboccia che cresce, bellissima, sotto gli occhi di mamma.

Sei una Bambi da proteggere che si sa proteggere benissimo da sola ma che preferisce non darlo a vedere.

Che male c’è se è qualcun altro che si offre di  portarti le valige per un lungo tratto mentre sei affaccendata a lisciarti i capelli ribelli?

L’importante è che tu sai trascinarti le valige e sai anche buttare la zavorra, per disfarti del superfluo, se all’improvviso, un orco ti spaventa tanto da farti  correre e scappare con il cuore in gola.

Il cuore!

Il cuore  ti guida, il cuore ti indirizza e non puoi sbagliare perché lo ascolti sussultare, lo senti battere, lo intendi scandire i tocchi della vita.

Che sono impalpabili, ma di grande conforto, mentre sto mettendo assieme i cocci delle mie cento esistenze.

Per trovare quella, l’ultima esistenza più vera, difesa dal mio sguardo non più appannato, ma gonfio di fierezza.

Come la tua fierezza, amorino mio.

Gli occhi miei socchiusi, abbracciano, serrano, mentre voli via da me, la tua immagine .

Ti credo forte, unica, di spessore.

Sono orgogliosa di te, da sempre  e per sempre.

Brava Giugiù.

Brava figlia mia.

Sei quasi pronta, matura come un albicocca a maggio, per far sbocciare altre vite, per far continuare la vita oltre la tua vita, oltre la mia vita.

Ti voglio bene. Ti voglio tanto bene.

Mamma

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Annotazioni, Divulgazione, Emozioni, Figli, I miei cari, Lettere e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a LETTERA PER GIULIA

  1. Rosanna Marani ha detto:

    Lettera per Giulia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...