LETTERA PER ANDREA


LETTERA AI MIEI FIGLI

PER ANDREA

Natale 2003

Complicato figliolo, il nostro amore- odio continua. Un braccio di ferro avvolto nella seta  che strattona i polsi ora a tuo favore, ora a mio vantaggio.

Così credo tu viva il nostro rapporto.

Niente è giusto, niente è equilibrato quando si combatte per la conquista della supremazia.

Io non voglio vincere, non voglio vincerti. Voglio e devo insegnarti a vivere.

Mi ricordo il mio tempo: ero come te spaventata, sola, più sola di un eremita.

E non era vero, ma pativo l’isolamento dove mi ero cacciata con le mie paure di inadeguatezza, di inferiorità.

Scarsa considerazione, scarsa stima, scarso rispetto di me stessa.

I miei genitori che mi amavano e che io amavo, appartenevano ad un altro ceto sociale  e proprio loro mi avevano messo in condizione di affinare il pensiero e il ragionamento e di formarmi una opinione intellettuale su di loro. Che errore!

Mi sono sfidata, sono salita al cielo senza alcuna preparazione, abbarbicata al mio desiderio incolmabile di farcela ad esistere, nel mondo.

Ma è da poco, in questa tardiva lotta per la normalità, che trovo il vero significato dell’essere viva.

Ti vedo soffrire e ci sono.

Ti vedo perderti nei tuoi pensieri e ci sono.

Ti vedo cercare una porta d’uscita e ci sono.

Ti vedo innamorarti della sofferenza e ci sono.

Ti vedo rifiutarti e ci sono.

Ti vedo ferirti e ci sono.

Ti vedo interrogarti e ci sono.

Ti vedo crescere e ci sono.

Ma tu non mi vuoi appieno, perché non puoi liberare  la tua sensibilità e non puoi far parlare il cuore, non puoi tuffarti nel mio abbraccio e lasciarti accarezzare.

Non proteggerti (che la mia natura ha impedito che fossi in grado di proteggere me stessa, seppure l’ho fatto difendendoti con le unghie e con i denti, da quelle che mi parevano ingiustizie ed erano invece solo schiaffi di esperienza), non privarti delle ombre poichè solo così puoi  imparare ad apprezzare la luce.

Impara a dare attenzione, interesse, tempo, sentimento.

Impara a prevenire il desiderio di chi ti sta di fronte cosi che non sia un muro invalicabile entrare nel tuo mondo.

Accettati Andrea mio, per quello che sei, con gli spuntoni del tuo carattere ispido e altrettanto affabile, non girarti intorno che il tuo torsolo non ha bachi di sorta, non vagare nel labirinto delle domande che non hanno risposta.

Lascia la maschera del tormento tra i Checchi e libera il tuo sorriso.

Dispiega il tuo intelletto, come fosse un filo di lana di Arianna che ti conduce.

Vedrai, sarai più lieve, più sereno che la serenità dell’amore, è il fine massimo al quale tendiamo.

Altro, nel nostro andare dura una frazione di secondo: vanità, ambizione, successo, ricchezza, carriera.

E’ l’amore che dura oltre la tua età.

E’ l’amore che ti salva, è l’amore che dà sapore e onore alla tua vita.

E’ l’amore che si rispecchia semplice, solido, trasparente e tenero negli occhi della tua mamma che ti aspetta al varco.

Non ti farò ruzzolare da monella, non scapperò più.

Mi farò acchiappare, se ti lascerai acchiappare.

Vorrei colpirti diritto al cuore e trovare il tuo lato più palpitante per aiutarti a liberare la tua sensibilità.

Vorrei dopo averti tenuto stretto per mano, consegnarti alla vita, certa di aver svolto il mio dovere di mamma con consapevolezza.

Vorrei che tu sbocciassi secondo il tuo tempo, senza siccità o alluvione, a rovinare i tuoi contorni.

Vorrei tu fossi felice, sereno, giusto.

Vorrei farti sentire la tua famiglia come un abbraccio robusto.

Vorrei che tu mi amassi come ti amo io.

Vorrei che tu sapessi quanto è profondo il mio piacere di essere la tua mamma.

e allora, te lo dico.

Ti voglio bene. Ti voglio tanto bene.

Mamma

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Annotazioni, Dedicato, Divulgazione, Emozioni, Figli, I miei cari, Intrattenimento, Lettere, Riflessioni, Rispetto per la vita, Segnalazione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a LETTERA PER ANDREA

  1. Rosanna Marani ha detto:

    Lettera per Andrea

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...