Maradona muto


A volte ripenso alla mia carriera, quando per esempio sono depressa perché scendo, la mattina, dal letto col piede sbagliato.

Per contrastare gli ormai noti effetti collaterali della radioterapia che non ne vogliono sapere di essere dimenticati ed archiviati, mi sorreggo spronandomi a non lasciarmi rapire dal vittimismo, dalla rassegnazione e dalla apatia.

I problemi ci sono per essere risolti, mi dico :”E se non allunghi le tue antenne e aggiri l’ostacolo, rimani a terra a guardare la vita che se ne va via col rapido.”

Beh, questo pomeriggio, quando la mia testa andava per i fatti suoi, un roteare continuo sulla giostra del Calcinculo, mi sono detta:” Basta. Metto i pesi alle orecchie, uno a destra e uno a sinistra così il cervello non vola via. Respiro molto lentamente, bevo due caffè. Turo le orecchie così non dondolo per via della pressione. Chiedo al farmacista Federico se esiste un derivato di coca medicamentoso che faccia le veci di uno zabaglione. E’ meglio.”

Insomma mi sono data da fare ed ho scoperto il Sarginor, tre fialette di nonsochecosa che mi sorreggono. Ho aggirato quell’ostacolo fino a che non l’ho addomesticato.

Evviva.

Ma per arrivare ad oggi, ho strisciato nei giorni addietro carponi, per evitare di cadere ad ogni passo.

E mi è venuta in mente l’intervista che ho fatto a Maradona ai tempi d’oro, pensando.. a come nel corso della mia esistenza, ho … aggirato gli ostacoli. Basta cambiare prospettiva!

Era in silenzio stampa ed io per … aggirare l’ostacolo, gli ho proposto una intervista muta. Si, mi avrebbe risposto a gesti ed avrebbe tenuto la bocca chiusa e nessuno avrebbe potuto accusarlo di non mantenere la parola.

E’ stata una intervista comica. Mi sono preparata per bene, ho studiato il linguaggio dei gesti ed è stato un successone per Telemontecarlo.

Il mio capo Luigi Colombo mi riempì di “Brava”.

Ed io mi riempii di orgoglio. Gigi Vesigna, direttore di Sorrisi, pubblicò le foto scattate durante la realizzazione del servizio, facendomi felice.

Intervista muta a Maradona

L’intervista, credo unica nel suo genere  e soprattutto realizzata per la Tv, parole ed immagini per definizione, nemica del silenzio come il formaggio lo è del tonno, è rimasta nella storia di quella emittente.

Che vanta anche la messa in onda del primo travestimento di un calciatore, sempre Diego Armando Maradona che per un Natale accettò, agratis!!!!, di interpretare un tifoso speciale del Napoli: Babbo Natale. Le foto ed il servizio, fecero il giro del mondo, oltre che essere pubblicate a nove colonne su La Gazzetta dello sport in prima pagina.

Maradona Babbo Narale

Ma io, non riuscii comunque a farmi assumere da Telemontecarlo.

Buffa la vita vero!

Precaria con lode!!!!

Annunci

Informazioni su Rosanna Marani

@RosannaMarani Per sapere chi sono stata http://it.wikipedia.org/wiki/Rosanna_Marani http://www.storiaradiotv.it/ROSANNA MARANI.htm Per sapere chi sono...chiedimelo Il mio motto Voglio essere ieri fino a quando non saprò chi sarò domani, mentre imparo chi sono oggi!
Questa voce è stata pubblicata in Aneddoti, Annotazioni, Continuazione, Diario, Divulgazione, Emozioni, I miei pensieri, I miei ricordi, Interviste, Memorie, Riflessioni, Salute e Benessere, Segnalazione, Tumore e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...